-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
Home » Servizi » Attivitá produttive » Pareri per avvio nuove attivita produttive e ampliamento attivita esistenti

Pareri per avvio nuove attivita' produttive e ampliamento attivita' esistenti


Descrizione del procedimento


Lo Sportello Unico per le Attività Produttive della Provincia di Lecce (incardinato nel Servizio Attività Produttive ed Economiche) partecipa ai procedimenti che sono attivati dagli Sportelli Unici per le Attività Produttive di tutti i Comuni della provincia di Lecce allorquando detti procedimenti richiedano il parere relativo a competenze provinciali (pareri d'ordine ambientale, d'ordine pianificatorio, pareri di accesso agli opifici da strade provinciali, etc.). Il SUAP Provinciale, cioè, svolge dei sub procedimenti all'interno dei procedimenti generali attivati dai SUAP Comunali. La logica del SUAP Provinciale e dei SUAP Comunali, pertanto, è unica, come unica è la disciplina giuridica. Il SUAP Provinciale riceve dai SUAP Comunali le pratiche introduttive (progetti di nuove imprese o di ampliamento/ riconversione/ ristrutturazione di imprese esistenti), le studia e trasmette gli elaborati ai Servizi Provinciali interessati ad esprimere, in merito, pareri, nulla osta, autorizzazioni, etc.. Nelle note di trasmissione il SUAP Provinciale descrive l'iter del sub procedimento di competenza provinciale e ne fissa il termine di chiusura in rapporto ai tempi fissati dalla legge per la conclusione del procedimento generale. Tale termine si interrompe nel caso occorra integrare la documentazione progettuale, situazione che viene comunicata al Comune e alla ditta proponente, assegnando il termine per tale integrazione. In caso di mancata integrazione, il procedimento viene dichiarato concluso con esito negativo per inerzia del proponente. In caso contrario, le integrazioni progettuali sono inviate ai Servizi provinciali interessati, rifissando il termine finale di conclusione del sub procedimento. Scaduto tale termine, viene comunicato al Comune e alla ditta proponente l'esito del sub procedimento.

Normativa di riferimento


Legge 241/1990 e successive modificazioni e integrazioni "Nuove norme sul procedimento amministrativo"; D.P.R. n. 160/2010 "Regolamento per la semplificazione e il riordino della disciplina dello Sportello Unico per le Attività Produttive".

A chi rivolgersi


Servizio Attività Produttive della Provincia di Lecce - via Botti, 1 - Lecce Antonio De Iaco tel 0832/683841 e.mail: adeiaco@provincia.le.it Laura Merico tel. 0832/683684 e.mail: lmerico@provincia.le.it Antonio Caiuli tel. 0832/683840 e.mail: acaiuli@provincia.le.it

Come fare


I SUAP Comunali che debbano attivare il sub procedimento del SUAP Provinciale trasmettono a quest'ultimo la pratica introduttiva, composta da un numero di copie di progetti quanti sono i pareri da acquisire in ambito provinciale. Per ogni fase del sub procedimento attivata dal SUAP provinciale viene data contestuale notizia diretta al Comune interessato e alla ditta proponente. Tali notizie, oltretutto, possono essere rilevate dal quadro sinottico telematico dello Sportello Unico della Provincia di Lecce, pubblicato sul sito www.provincia.le.it.

Modulistica


Non esiste, per l'attivazione del sub procedimento presso il SUAP Provinciale, un fac simile di domanda. I SUAP Comunali, pertanto, hanno piena autonomia nella compilazione della pratica introduttiva, assicurandone la completezza in rapporto alla natura dei pareri che gli uffici della Provincia sono tenuti ad esprimere in merito ai progetti da valutare.

Tempi del procedimento


Il SUAP Provinciale esprime i pareri di propria competenza, chiudendo il sub procedimento con un unico provvedimento, in 30-90-120 giorni, in rapporto alla complessità della pratica introduttiva. Tale termine decorre dalla data di acquisizione da parte del SUAP provinciale della pratica introduttiva. Nella stessa giornata di acquisizione il SUAP provinciale, studiata la pratica, comunica al SUAP comunale interessato e alla ditta proponente il termine di conclusione del sub procedimento provinciale che, in genere, è dimezzato rispetto al termine massimo previsto dalla legge.

Strumenti di tutela per l'utente


Nel caso l'utente sia insoddisfatto dell'esito del sub procedimento provinciale può richiederne la revisione, producendo, tramite il Comune proponente, congrue motivazioni e/0 integrazioni progettuali. Il SUAP provinciale, quindi, attiva nuovo sub procedimento utilizzando tutti gli esiti utili del vecchio sub procedimento. E' del tutto sconsigliato impugnare i provvedimenti del SUAP provinciale che concludano i sub procedimenti con esito negativo in quanto è sempre possibile che il SUAP medesimo modifichi, in virtù di nuove valutazioni maturate in sede di Conferenza di Servizi, il proprio orientamento. Conseguentemente appare utile ed opportuno impugnare l'eventuale provvedimento negativo del SUAP provinciale che abbia determinato l'esito negativo della Conferenza di Servizi, a seguito della conclusione e degli esiti della medesima e/o del provvedimento finale del responsabile del SUAP comunale. In tal caso l'impugnativa deve essere rivolta al TAR Puglia, Sezione di Lecce.

Links di riferimento


www.provincia.le.it sezione Siti Tematici link S.U.A.P. Sportello Unico delle Attività Produttive.

Nome del soggetto cui è attribuito il potere sostitutivo in caso di inerzia e modalità di attivazione di tale potere


Al momento l'ordinamento provinciale non prevede un organo titolare del potere sostitutivo in caso di inerzia del SUAP Provinciale. In ogni caso il Direttore Generale dell'Ente (Ing. Giovanni Refolo tel. 0832/683355 e.mail grefolo@provincia.le.it) è competente in via generale a conoscere e a valutare tali questioni.

Costi e modalità di pagamento


Non è previsto alcun costo.

Risultati delle indagini di customer satisfaction


Al momento la Provincia di Lecce non prevede indagini di customer satisfaction. Il SUAP Provinciale proporrà, nell'ambito degli obiettivi 2014, di rilevare il livello di soddisfazione dei propri servizi, per tutti i sub procedimenti di propria competenza, interrogando a tal fine i progettisti degli interventi produttivi programmati. I progettisti, infatti, sono i soggetti più idonei e titolati ad esprimere un giudizio consapevole e informato.

Data di compilazione


04/11/2013



Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!