-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
Home » Servizi » Ambiente ed energia » Verifica quinquennale della utilizzazione di acque sotterranee per uso domestico

Verifica quinquennale della utilizzazione di acque sotterranee per uso domestico


Che cos'è


Il procedimento è rivolto ai soggetti (persone fisiche) che attingono acqua dal sottosuolo per uso domestico e sono, pertanto, obbligati ad attestare gli esiti del controllo quinquennale.

Come fare


Gli interessati devono presentare un'istanza alla Provincia utilizzando il modulo allegato corredato dalla seguente documentazione: • copia di un documento d'identità valido del richiedente; • attestazione di versamento della somma di € 25,82 per spese istruttorie sul c/c postale n. 14554737 intestato a "Provincia di Lecce", con causale "Oneri istruttori autorizzazione pozzo"; • copia della presa d'atto ai sensi dell'art.8 della L.R. 5/05/1999 n. 18; • Dichiarazione sostitutiva, resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, con cui si attesta che il pozzo risulta provvisto di misuratore di portata per la misurazione dei volumi, in buon stato di conservazione, munito dei sigilli a suo tempo apposti dal personale della Regione Puglia o della Provincia, indicando la marca e la lettura aggiornata. In assenza di tali requisiti, si invita la S.V. a richiedere allo scrivente Ufficio il sopralluogo finalizzato all'apposizione dei nuovi sigilli; • copia del certificato di analisi chimica e batteriologica effettuata su campione dell'acqua estratta dal pozzo. I parametri minimi da ricercare saranno: temperatura, pH, conducibilità elettrolitica, cloruri (Cl-), salinità, residuo fisso a 180°, alcalinità, durezza calciomagnesica, SAR, SAR Modificato e Colifecali. Le determinazioni di laboratorio saranno effettuate utilizzando, nei suoi principi generali, la metodica analitica ufficiale riportata nei manuali IRSA-CNR. I referti d'analisi, sottoscritti da professionisti abilitati a termini di legge, dovranno riportare il giudizio conclusivo dell'analista sulla qualità delle acque e dare evidenza che il prelievo è stato eseguito a cura del personale di laboratorio. Per informazioni contattare il Responsabile del procedimento o i funzionari istruttori

A chi rivolgersi


Provincia di Lecce - Servizio Tutela e Valorizzazione Ambiente - Via Botti – Lecce Responsabile del procedimento: dott. Giorgio Piccinno – tel. 0832 683750 – fax 0832 683707 – Email: giorgiopiccinno@provincia.le.it Funzionari istruttori: sig. Alfredo Urso – tel. 0832 683862 – fax 0832 683707 – Email: aurso@provincia.le.it

Quando


Dal Lunedì al venerdì dalle ore 08.30 alle 13.30; martedì e giovedì anche nel pomeriggio dalle ore 16 alle 17.30

Costi


Bollo da € 16,00 da apporre sull'istanza. Attestazione di versamento della somma di € 77,47 (da determinarsi in ragione della superficie irrigua) per spese istruttorie sul c/c postale n° 14554737 in-testato a PROVINCIA DI LECCE, con causale "Oneri istruttori autorizzazione pozzo"; Spese per tasse e canoni concessori da corrispondere alla Regione (da determinarsi in ragione dell'utilizzo delle acque emunte e/o della superficie irrigua);

Allegati


Vedi allegato

Normativa di riferimento


R.D. 11/12/1933 n°1775 e L.R. 5/05/1999 n°18

Data di compilazione


8/11/2017


Allegati


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!