-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
"Il Canto dei Segni": domani al Castello di Acaya l'inaugurazione della mostra dell'artista Mei Chen Tseng

  25/10/2013

Si inaugura domani, sabato 26 ottobre, alle ore 17, nel Castello di Acaya, la mostra "Il Canto dei Segni", evento inserito nell'ambito del Progetto "L'Oriente del Pensiero", ideato dall'artista Roberto Paci Dalò, e promosso dall'Unione dei Comuni delle Terre di Roca e Acaya, con il contributo di Regione Puglia, Unione Europea, Provincia di Lecce, Istituto di Culture Mediterranee, Associazione Olivi Secolari del Salento.

La mostra comprende le opere più recenti dell'artista taiwanese Mei Chen Tseng, in particolare le suggestive e raffinate xilografie che danno vita ad un universo artistico collocato tra due mondi: l'Oriente, da cui l'artista viene e l'Europa dove si è formato con una delle più antiche tecniche artistiche, l'incisione sul legno di testa.

Alla cerimonia inaugurale saranno presenti Simona Manca, vice presidente della Provincia di Lecce ed assessore alla Cultura, l'ambasciatore Kao Stanley, dell'Ufficio di Rappresentanza di Tapei in Italia, Mauro Sbocchi, presidente dell'Istituto di Culture Mediterranee, Marco Potì, presidente dell'Unione dei Comuni delle Terre di Roca e Acaya ed Antonio Cassiano, storico dell'arte. Seguirà un omaggio musicale di Roberto Paci D'Alò.

Mei Chen Tseng, consegue la laurea in letteratura Inglese presso Fu-Jen Catholic University in Taiwan, frequenta l'Accademia di Belle Arti di Firenze nel 2002, successivamente si iscrive ai corsi della Rome University of Fine Arts, dove esegue le prime xilografie. Attraverso le sue opere narra il percorso di un segno che affonda le sue radici nell'isola di Formosa e, nello stesso tempo, nell'antica tradizione italiana dell'incisione. Incisioni su legno di ciliegio e di limone dal tratto delicato e sicuro danno vita ad immagini lievi e preziose come gioielli evocanti un oriente dell'animo. La tecnica adottata da Mei Chen Tseng ha consentito all'artista di esprimere attraverso gli effetti di luce e ombra la sua attenzione ai valori simbolici, che ricerca tutti all'interno di una figuratività fortemente espressiva.

"Grazie alla mostra ‘Acaya: L'Oriente del Pensiero' il Castello di Acaya viene vissuto come un laboratorio per le arti, un posto speciale dove creare progetti che guardano al luogo non tanto come contenitore, ma come opera in sé. Acaya come spazio possibile per un'azione innovativa, un laboratorio permanente dove sperimentare innovazione e dove la tradizione può essere sinonimo di modernità", ha dichiarato la vice presidente ed assessore alla Cultura Simona Manca.



  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!