-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
La consigliera di parità Ferreri: "Pubblicato il programma-obiettivo 2013 per l'incremento e la qualificazione dell'occupazione femminile"

  25/10/2013

"E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 227 del 27 settembre 2013, il "Programma-Obiettivo 2013" per l'incremento e la qualificazione dell'occupazione femminile, mediante l'inserimento e il reinserimento nel mercato del lavoro, sviluppo e consolidamento di imprese femminili". A renderlo noto è la consigliera di parità della Provincia di Lecce Alessia Ferreri.

"Per il 2013 il Programma intende finanziare progetti di durata massima di 24 mesi con un contributo minimo per progetto di 60mila euro. Si tratta di azioni positive finalizzate a promuovere: 1.Occupazione e reinserimento lavorativo. Il progetto riguardante l'occupazione interessa giovani donne under 35 e può essere presentato da datori di lavoro che intendono assumere e formare le neo dipendenti in azienda avvalendosi dell'esperienza di una lavoratrice/lavoratore senior. Il progetto deve prevedere la descrizione del percorso formativo, l'accordo tra le parti e la lettera di impegno all'assunzione da parte del legale rappresentante".

"Il progetto reinserimento lavorativo è destinato a donne over 35 e può essere presentato da datori di lavoro che intendono inserire in azienda donne inoccupate/disoccupate/fruitici di prestazioni di sostegno al reddito. Il progetto deve prevedere la descrizione di un percorso formativo atto all'inserimento e/o reinserimento, l'accordo tra le parti e la lettera di impegno all'assunzione da parte del legale rappresentante".

"Per entrambi i progetti l'assunzione deve essere formalizzata all'avvio del percorso formativo in azienda e comunicata alla segreteria del comitato. Le azioni finanziabili sono: costi di formazione, mentoring e affiancamento on the job da parte di una o più risorse senior interne all'azienda".

"2.Consolidamento di impresa. Consolidamento di una o più imprese femminili a titolarità e/o prevalenza femminile nella compagine societaria attraverso: studi di fattibilità per lo sviluppo di nuovi prodotti, servizi e mercati anche in settori emergenti, iniziative tra più imprese femminili per la definizione e la promozione di prodotti e/o servizi, ad esempio attraverso la fruizione in comune di servizi di supporto anche per l'accesso al credito, la creazione e la promozione di marchi, la creazione e la promozione di sistemi consorziati di distribuzione e promozione nel mercato e la formazione manageriale e/o specialistica finalizzata al rafforzamento dell'impresa o di alcune aree dell'impresa. Destinatarie delle azioni sono le imprese femminili attive da almeno due anni preventivamente identificate e indicate nel progetto".

"La durata massima dei progetti non potrà essere superiore a ventiquattro mesi e il singolo progetto dovrà riferirsi ad un unico punto del programma Obiettivo, inoltre, devono essere necessariamente documentate le competenze specifiche del personale impegnato rilevabili dai curricula allegati e firmati in originale".

"Le domande di ammissione a finanziamento per la realizzazione di progetti di azioni positive possono essere presentate dal 1° ottobre al 30 novembre 2013 secondo la modulistica allegata al decreto interministeriale 15 marzo 2001", conclude Alessia Ferreri.


  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!