-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
Al via "Intellégo": domani, nel Castello di Copertino, il primo incontro con Fabio Minazzi

  20/02/2014

Prende il via, domani, venerdì 21 febbraio, alle ore 17.30, nel Castello di Copertino, Intellégo, il ciclo di incontri dedicati al pensiero contemporaneo, promosso dal Comune di Copertino, dalla Pro Loco, dall'Università del Salento, dal Ministero per i Beni culturali, in collaborazione con il Centro internazionale Insubrico di Varese e con il patrocinio della Provincia di Lecce, insieme ad altri numerosi enti ed istituzioni.

Protagonista di questo primo incontro della rassegna sarà Fabio Minazzi, docente all'Università degli studi dell'Insubria, socio dell'Académie internationale de Philosophie des Sciences di Bruxelles, direttore scientifico del Centro internazionale Insubrico, che si soffermerà sul pensiero di Mario Dal Pra, filosofo ed intellettuale civile, tra i principali esponenti della "Scuola di filosofia" di Milano.

Giunta alla sua XIII edizione, Intellègo proseguirà con altri due appuntamenti con importanti studiosi del pensiero filosofico, che daranno vita ad interessanti momenti di riflessione e confronto aperto.

Venerdì 14 marzo alle ore 17.30, nella sala angioina del Castello di Copertino, ospite della rassegna sarà il professore emerito dell'Università degli studi di Milano, socio dell'Accademia dei Lincei, Carlo Sini, che interverrà su "La filosofia e la scrittura del mondo". Questo secondo incontro, organizzato in occasione della pubblicazione delle "Opere complete" dello stesso filosofo, sarà introdotto da Florinda Cambria, curatrice della pubblicazione e docente incaricata dell'Università degli studi dell'Insubria. Intellègo si concluderà venerdì 4 aprile, sempre alle ore 17.30, con l'intervento del docente di Teoria e tecnica dei nuovi media all'Università del Salento Carlo Formenti sulle "Utopie letali". Introdurrà il professore dell'Università del Salento Nicola Grasso.


  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!