-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
Un week end all'insegna della cultura del paesaggio: al via domani e domenica le passeggiate nella storia promosse da Aiapp e Provincia

  11/04/2014

Un Salento inedito "raccontato" in presa diretta da storici, architetti, agronomi, botanici, archeologi o semplici appassionati del territorio. E' un vero e proprio viaggio alla scoperta di luoghi e spazi affascinanti, ma poco conosciuti dal punto di vista paesaggistico ed archeologico, quello proposto nel fine settimana dalla sezione pugliese dell'Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio, in collaborazione con la Provincia di Lecce, alcuni Comuni salentini ed associazioni culturali (main sponsor Cifo).

Domani, sabato 12 e domenica 13 aprile, infatti, approda anche nel Salento la manifestazione nazionale, giunta alla sua quarta edizione, "Giardini e Paesaggi Aperti 2014", che si snoderà tra i Comuni di Maglie, Uggiano la Chiesa, Otranto e Galatina; in contemporanea, eventi nel resto della Puglia (zone di Bari, Foggia, Brindisi e Bat).

L'iniziativa, che quest'anno propone il tema "Il progetto di paesaggio: motore di sviluppo economico", prevede quattro percorsi tematici, proposti nel ricco programma presentato nei giorni scorsi, a Palazzo Adorno, a Lecce, dal presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone, dal direttore generale Giovanni Refolo, dalla presidente Aiapp Puglia Tiziana Lettere e dal segretario Aiapp Puglia Francesco Tarantino.

Il primo itinerario dell'imperdibile viaggio comincia con "Il paesaggio ritrovato" presso l'Azienda agricola Masseria La Torre - Maglie. Esempio di nuova economia: agricola, agrituristica, didattica. Sabato 12 aprile, dalle ore 15 alle ore 18 e domenica 13 aprile, dalle ore 9 alle 18. Un terreno, oggi di 25 ettari, che faceva parte di una tenuta che superava i 100 ettari e che per secoli è stato utilizzato per il pascolo e completamente deforestato. A partire dal 1987 si è operato per impedirne il pascolo e successivamente, nel 1997, sono stati piantati 12 ettari di bosco di Leccio e Pino d'Aleppo. Dal 2004 si è completato il recupero dei terreni per poterli coltivare a cereali e legumi. Oggi "il paesaggio ritrovato" ha sviluppato una nuova economia: agricola con produzione di olive, vino, cereali, legumi, miele; agrituristica; didattica con il bosco e la masseria; naturalistica, con evidenti vantaggi per il paesaggio e l'economia. Per informazioni e prenotazioni: 320 3524352, info@masserialatorre.it.

Ci si sposterà quindi nel Comune di Uggiano la Chiesa (Casamassella) presso "Le Costantine: dalle antiche tradizioni nuove economie per il territorio": appuntamento domenica 13 aprile, alle ore 10.30 (inizio primo turno di visita) si andrà alla scoperta di un centro di attività agricola, artigianale e pedagogica, sorgente di benessere ed elevazione per gli abitanti del luogo. Un'oasi di pace immersa tra uliveti e macchia mediterranea, a 3 km da Otranto, che riunisce in una sola realtà la tessitura, l'agricoltura biodinamica, l'ospitalità anche per disabili e la formazione, e che ha ottenuto importanti premi e riconoscimenti tra i quali: Premio Turismo Cultura Unisco, categoria "Ospitalità", Oscar Green edizione 2010. La visita guidata inizierà presso il laboratorio di tessitura artigianale, dove si assisterà alle fasi di lavorazione al telaio e si vedranno i prodotti realizzati dalle abili mani delle tessitrici. Alle ore 15.30, poi, previsto il secondo turno di visita. Per informazioni e prenotazioni: 333 2626243, iride.filoni@gmail.com , 338 9655393, anna.camardella@libero.it .

Sempre domenica 13 aprile, dalle ore 9 alle ore 18, appuntamento a Otranto con la "Ciclo-cine-passeggiata: Salento, il paesaggio nei luoghi del cinema". Una particolare ciclo-cine-passeggiata finalizzata a cogliere, almeno in parte, il legame profondo che negli ultimi tempi lega il cinema al paesaggio della nostra regione e, in particolare, del nostro Salento. Un modo accattivante di attraversare e conoscere il nostro territorio rivivendo le "emozioni" di alcune scene di film che hanno reso celebri i nostri luoghi ma anche di comprendere le importanti ricadute che un'arte straordinaria come quella cinematografica può avere sul territorio interessato attraverso la partecipazione degli operatori del settore. Per informazioni, itinerario e prenotazioni: 392 1144073 o 346 0862717 (Giulia o Carlo, Salento Bici Tour), salentobici@gmail.com.

La passeggiata attraverso la storia del Salento proseguirà sabato 12 aprile, alle ore 11, con "Il paesaggio del vino generatore di nuova economia" presso le Cantine Santi Dimitri a Galatina, alla scoperta dei vigneti e delle cantine di una delle case vinicole più prestigiose del Salento. L'azienda Santi Dimitri, nasce nel 1996 recuperando l'attività agricola dell'antica azienda di famiglia che risale alla fine del XVII secolo. Con il tempo ha diversificato la produzione, partendo dal recupero dei vecchi vitigni , ora offre non solo uve , ma anche olive autoctone e alloctone, legumi e cereali , prodotti più raffinati della linea gourmet ed ha anche creato una piccola attività ricettiva . In questo modo le "cantine Santi Dimitri" attraverso il recupero del paesaggio agricolo sono una realtà che ha creato economia per il territorio salentino. Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare il numero 333 2626243, iride.filoni@gmail.com .

Il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone evidenzia: "Anche quest'anno abbiamo aderito con entusiasmo all'iniziativa promossa dall'Aiapp perché da tempo siamo impegnati come Amministrazione in una politica di difesa e valorizzazione delle risorse naturali, come il paesaggio, artistiche e culturali del nostro territorio, vere leve per il suo sviluppo. Disponiamo di splendide ricchezze ambientali che abbiamo l'obbligo di tutelare, valorizzare e promuovere al meglio, ricchezze che, unite alle tradizioni, ci aiutano nei processi di marketing territoriale: ormai è evidente che nel Salento non esiste più il turismo legato solo al mare, ma anche quello legato all'entroterra, ai beni paesaggistici ed enogastronomici".


  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!