-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
"Bon à tirer", arte del novecento italiano si svela a Lecce: domani l'inaugurazione alla "Bernardini" con la presenza di Gualtiero Marchesi

  11/04/2014

E' stata presenta questa mattina, a Palazzo Adorno a Lecce, la mostra "Bon à tirer", promossa dalla Provincia di Lecce – Assessorato alla Cultura e dall'Istituto di Culture Mediterranee, in collaborazione con Axa, Aziende per l'Ambiente.

Renato Guttuso, Enrico Baj, Gregorio Sciltian, Emilio Vedova, Graham Sutherland, David Alfaro Siqueiros, Aligi Sassu, Giuseppe Migneco, Remo Brindisi, Domenico Cantatore, Gianni Dova, Salvatore Fiume, Emilio Greco, Carlo Levi, Luciano Minguzzi, Ennio Morlotti: sono solo alcuni protagonisti dell'intenso percorso espositivo "Bon à tirer", allestito negli spazi della Biblioteca provinciale "Bernardini" a Lecce (ex Convitto Palmieri), che sarà inaugurato domani, sabato 12 aprile, alle ore 19, con una conferenza dello chef Gualtiero Marchesi, collezionista e compagno di strada di molti artisti.

Alla conferenza stampa di oggi sono intervenuti Simona Manca, vice presidente ed assessore alla Cultura della Provincia di Lecce, Alessandro Laporta, direttore della Biblioteca provinciale "Bernardini", Giampiero Corvaglia, di Axa e l'artista Enrico Muscetra.

"E' una mostra a cui, assieme all'amico Enrico Muscetra, lavoravamo da tempo e che domani vedrà finalmente la luce, grazie alle opere di alcuni dei maggiori artisti del Novecento pittorico italiano. Una mostra bellissima, che assume un valore particolare perché allestita nel complesso del Convitto Palmieri, location su cui la Provincia di Lecce continua a puntare, cuore dei beni culturali di Lecce e del Salento che presto, grazie ad una collaborazione pubblico-privata, tornerà al suo antico splendore", ha dichiarato la vice presidente ed assessore alla Cultura della Provincia di Lecce Simona Manca.

Che ha aggiunto: "Dopo la fortunata esperienza della mostra dei Girolamini, ecco ‘Bon à tirer', con i maggiori esponenti del Novecento italiano, prossimamente una mostra sull'architettura degli anni Venti e Quaranta: eventi questi che intendono valorizzare uno scrigno di bellezza qual è il Convitto Palmieri. Poi la presenza straordinaria di Gualtiero Marchesi, grazie alla sua amicizia personale con Muscetra, diviene occasione perfetta per una commistione speciale di arte e cibo".

Le opere – tecniche miste su carta, ma soprattutto litografie ritoccate a mano – sono state realizzate da grandi maestri del Novecento italiano (oppure da nomi stranieri amanti dell'Italia) nella celebre stamperia milanese di Siro Teodorani. Nel gergo artistico con l'espressione "bon à tirer" s'individua la prova finale firmata dall'artista che dà il via alla stampa dell'intera tiratura grafica. Perciò, non sono semplici multipli, ma opere fondamentali per comprendere l'approccio tecnico e concettuale di un artista rispetto a un tema o a un soggetto specifico. La maggior parte delle opere sono accompagnate da appunti manoscritti, indicazioni tracciate dall'artista con matite o pastelli e destinate allo stampatore, oppure dediche amicali a Enrico Muscetra, scultore e pittore salentino compagno di strada di tutti loro, frequentati nei lunghi e intensi anni milanesi.

Secondo Enrico Muscetra "concepire una mostra di litografie bon à tirer di alcuni maestri contemporanei, a cui sono stato vicino negli anni della mia formazione, mi è sembrata un'idea più interessante rispetto a quella scontata della solita e ripetitiva mostra personale. Una mostra corredata anche di disegni preparatori, di studi e foto degli autori stessi che illustrano le fasi che precedono il Bon à tirer".

La mostra è accompagnata da una serie di contenuti extra: fotografie, cataloghi e lettere degli amici artisti, oltre che da una serie di apparati didattici utili a comprendere pienamente lo spirito del progetto e la natura del percorso espositivo. Resterà aperta al pubblico fino al 17 settembre prossimo, e sarà visitabile tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 19. Per informazioni e prenotazione visite gruppi è possibile contattare i numeri 0832/683544 – 347/3782163 o scrivere alla mail staff.incima@gmail.com .


  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!