-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
Il fascino dei libri conquista i più piccoli: dalle scuole salentine 600 studenti alla biblioteca provinciale "Bernardini" di Lecce

  03/06/2014

Sono stati 600 gli studenti che durante quest'anno scolastico hanno visitato la Biblioteca Provinciale "N. Bernardini" di Lecce, all'interno del progetto di attività didattiche che la storica istituzione culturale salentina organizza per far conoscere e apprezzare il valore dei veri e propri "tesori di carta" custoditi nelle due sedi, il Collegio Argento e il Convitto Palmieri.

Da dodici anni i ragazzi delle scuole della provincia di Lecce sono ospiti della Biblioteca: le giornate di attività didattiche quest'anno sono state 24 e hanno visto coinvolti l'Istituto "De Pace" e il Liceo Linguistico "Siciliani" di Lecce, le scuole medie "Galateo", "Stomeo-Zimbalo" di Lecce, "De Blasi" di Taviano e "Falcone- Borsellino" di Sternatia-Zollino, le scuole elementari "Stomeo-Zimbalo" di Lecce e "Deledda" di S. Pietro in Lama e, infine, la scuola per l'infanzia "Stomeo-Zimbalo" di Lecce. L'organizzazione e la gestione delle visite didattiche è curata da Gabriele De Blasi.

Così come accaduto negli scorsi anni, l'aspetto più interessante dell'iniziativa è stato proprio l'entusiastico coinvolgimento con cui tutti gli studenti, dai più piccoli ai più grandi, si sono accostati alla Biblioteca, un mondo ancora del tutto sconosciuto per molti di loro. Scopo dell'iniziativa è proprio quello di cercare di coinvolgere i ragazzi delle scuole salentine, cercando di suscitare non solo il loro interesse, ma, soprattutto, la loro voglia di ritornare in un luogo così speciale. Soprattutto i più piccoli, i bambini delle scuole elementari, vengono incaricati di diventare dei veri e propri "ambasciatori della Biblioteca", affidando loro il compito di ritornarci, accompagnati da persone anche più grandi di loro, che magari ancora non conoscono questo luogo così importante e affascinante della città.

"Per la Biblioteca Provinciale "N. Bernardini" si tratta di un vero e proprio "investimento nel futuro" che parte dai più piccoli. Un investimento che trae origine dalla consapevolezza che le biblioteche continuano, anche oggi, a conservare il loro imprescindibile ruolo di strumento essenziale di studio e di promozione della cultura. Un ruolo che il progresso informatico non ha, comunque, intaccato, soprattutto perché il mondo delle biblioteche – proprio com'è avvenuto alla "N. Bernardini" di Lecce – è riuscito ad adeguarsi ai tempi, sfruttando tutte le potenzialità offerte dalle nuove tecnologie", dichiara la vice presidente e assessore alla Cultura della Provincia di Lecce Simona Manca.

"La Biblioteca Provinciale, dopo 151 anni di vita, continua a proporsi come un luogo fondamentale per studenti e studiosi di ogni età. Ogni anno, infatti, la Biblioteca è visitata da oltre 4mila persone; vengono consultati oltre 8mila testi, più di mille giornali dell'Emeroteca Storica Salentina e almeno cento manoscritti", aggiunge il direttore della "Bernardini" Alessandro Laporta. "E proprio la presenza, costante e continua, di giovani e giovanissimi continua ad essere una delle caratteristiche dell'utenza della Biblioteca. Gli studenti, infatti, anche quest'anno, hanno compreso appieno le enormi potenzialità che un'istituzione come la "Bernardini" mette a disposizione di chiunque sappia e voglia utilizzarla. Un successo che premia, in qualche modo, anche coloro che, nella Biblioteca, lavorano, con competenza e passione",


  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!