-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
La mobilitazione per la sopravvivenza delle partecipate: dichiarazione della vice presidente Simona Manca

  20/06/2014

"Noi stiamo cercando di mettercela tutta per evitare che l'emergenza economico-finanziaria che si prospetta per la Provincia di Lecce, e per le sue società e fondazioni, alla luce delle imminenti riforme istituzionali, non metta in ginocchio definitivamente questo territorio".

"La riunione odierna convocata dal presidente Antonio Gabellone, e ne prendo atto con profonda amarezza, non ha riscontrato i favori della deputazione parlamentare salentina. Soltanto tre hanno risposto presente (Marti, Palese e Bruni), altri due erano assenti giustificati (Capone e Bellanova): degli altri si sono perse le tracce".

"Inutile dire che solo la compattezza e la sinergia di una intera deputazione parlamentare può essere la leva per rivendicare e tenere alta l'attenzione di istituzioni e politica per le giuste istanze di un territorio, che altrimenti rischiano di essere mortificate dai tagli della legge 56/14 e dai successivi decreti attuativi".

"Noi non intendiamo e non vogliamo perderci d'animo, convinti come siamo di portare avanti nel giusto le istanze di questo territorio. Proprio in considerazione di ciò, ed alla luce di quanto registratosi quest'oggi, il presidente Gabellone ha deciso di riconvocare il tavolo tecnico, nel convincimento che i parlamentari assenti trovino tempo e modo di presenziare al prossimo incontro".

"Torno a ripeterlo: solo questa ritrovata unità parlamentare e le sinergiche rivendicazioni, potrebbero, anche se il condizionale è d'obbligo, evitare il baratro per Alba Service ed Ico e per le centinaia di posti di lavoro che gravitano attorno ad esse. Noi, ed in modo particolare il presidente Gabellone, abbiamo fatto, stiamo facendo e faremo tutto il possibile per scongiurare tutto questo. Ma è necessario che soprattutto i parlamentari, eletti proprio da chi rischia di trovarsi in mezzo ad una strada, facciamo il loro dovere: dovere non solo istituzionale, ma anche morale e sociale".


  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!