-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
Conferenza finale del progetto "Nostra": la Provincia domani a Bruxelles

  21/10/2014

La Provincia di Lecce sarà a Bruxelles, domani, mercoledì 22 ottobre, per partecipare alla Conferenza finale del progetto "NOSTRA – Network Of STRAits". A rappresentare l'ente sarà il dirigente del Servizio Politiche Comunitarie, Sviluppo Locale e Rapporti con l'Università Carmelo Calamia.

Infatti, nel novembre 2010, a Coquelles (Francia), la Provincia di Lecce sottoscrisse un protocollo d'intesa con diverse autorità locali dei territori che si affacciano su 8 stretti di mare europei: lo Stretto di Dover, lo Stretto di Messina, il Kvarken, lo Stretto di Sicilia, il Golfo di Finlandia, lo Stretto di Otranto, il Fehmarnbelt e lo Stretto di Bonifacio.

Nell'ambito della Rete degli Stretti Europei, la Provincia di Lecce ha contributo alla definizione del progetto "NOSTRA" – Network of STRAits, finanziato dal Programma Interreg IV C, con l'obiettivo di contribuire allo sviluppo economico dei territori coinvolti, senza comprometterne l'ambiente e la biodiversità.

Nella Conferenza finale di domani saranno illustrate le buone pratiche in materia di trasporti sostenibili e sicurezza marittima, preservazione della biodiversità e del patrimonio naturale, turismo sostenibile, gestione degli spazi marini, governance degli Stretti di mare. In tale occasione i leader politici degli Stretti d'Europa firmeranno un nuovo Protocollo d'Intesa, con gli obiettivi di: ottenere il riconoscimento del particolare significato di Stretto Europeo nelle politiche europee e l'integrazione della sua specificità nei Programmi Europei e nella programmazione dei Fondi strutturali per il periodo 2014-2020; lavorare per la nascita di progetti di cooperazione, sia attraverso i programmi Interreg, sia attraverso altri programmi europei e per l'attuazione di azioni comuni, al fine di promuovere lo sviluppo economico, la protezione delle coste, i trasporti e la logistica, le interfaccia interculturali, le attività turistiche.

Per raggiungere gli obiettivi del Protocollo d'Intesa è stato elaborato un Action Plan, che sarà presentato a Bruxelles domani. Esso prevede una serie di attività comuni future, tra le quali la presentazione di un progetto comunitario INTERREG nel 2015, al fine di dare seguito al progetto NOSTRA, coinvolgendo tutti o parte dei membri ESI (European Straits Iniziative); l'istituzione di gruppi di lavoro geografico/ tematici con i partner interessati, al fine di continuare lo scambio di buone pratiche e sostenere le azioni di lobbying a tutela degli Stretti di mare; preparare la partecipazione della ESI a diversi eventi a livello europeo per promuovere le caratteristiche peculiari dello Stretto; organizzare incontri specifici in materia di Stretti con i membri delle istituzioni europee; incoraggiare la cooperazione e lo scambio di esperienze tra gli Stretti su questioni specifiche quali ambiente, trasporti, turismo, sicurezza ecc.

Tra le opportunità di sviluppo del Canale d'Otranto, si inserisce la prossima riapertura del nuovo Programma di cooperazione IPA II CBC Italia-Albania-Montenegro 2014 – 2020, per il quale la Regione Puglia è area ammissibile, oltre che Autorità di Gestione. La Provincia di Lecce, nell'ambito del progetto "Nostra", ha anche elaborato uno studio sullo stato attuale della progettazione tra Albania e Puglia, che costituisce un'ottima base per la progettualità futura.

"Il progetto Nostra ha rappresentato per la Provincia di Lecce un'occasione importante per scambiare buone prassi sulla governance degli Stretti di Mare con tutti i partner europei e albanesi", dichiara il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone, "oltre che per elaborare progetti comuni per favorire lo sviluppo di settori strategici come il turismo, l'agricoltura, i trasporti, la sicurezza del mare all'insegna dell'ecosostenibilità, in particolare, per quanto riguarda il Canale d'Otranto, tra la Puglia e l'Albania. Le attività future, di cui si parlerà nella Conferenza di domani, vedranno ancora la Provincia di Lecce dialogare con i prestigiosi partner del progetto Nostra, con l'obiettivo principale di dare valore alle peculiarità degli Stretti nelle politiche europee".

E conclude: "Il nuovo Programma di cooperazione IPA Italia-Albania - Montenegro 2014 - 2020, per il quale la Regione Puglia è area ammissibile, oltre che Autorità di Gestione, costituisce un'opportunità di crescita per il Salento che non possiamo perdere e che ci vede già da tempo impegnati".


  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!