-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
6° Raduno dei Consigli Comunali dei Ragazzi: a Palazzo dei Celestini i rappresentanti di 60 Comuni per l'evento di Provincia e Unicef

  14/11/2014

Nella sala consiliare di Palazzo dei Celestini, gremita di partecipanti e punteggiata da decine di fasce tricolori e dai numerosi gonfaloni, si è svolto questa mattina il 6° Raduno Provinciale dei Consigli Comunali dei Ragazzi (CCR), promosso e organizzato da Provincia di Lecce e Comitato provinciale Unicef, in concomitanza con il 25° Anniversario della firma della Convenzione Internazionale sui Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza.

A contraddistinguere questa edizione, la partecipazione ancora più ampia rispetto al raduno precedente, con ben 60 Comuni, contro i 44 del raduno 2013. Insieme ai Comuni che hanno costituito e reso attivo il Consiglio Comunale dei ragazzi e delle ragazze già da diversi anni, infatti, sono stati invitati anche gli 8 Comuni che stanno per rinnovarlo e si sono attivati per costituirlo a breve.

Ai lavori, introdotti dal presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone e dalla presidente del Comitato provinciale Unicef Giovanna Perrella, hanno preso parte, tra gli altri, il vicesindaco di Lecce Carmen Tessitore, il capo di Gabinetto della Provincia di Lecce Antonio Del Vino, la vicepresidente nazionale di Unicef Silvana Calaprice, alla presenza dei circa 50 Sindaci dei Ragazzi, accompagnati dal proprio Sindaco adulto e da un rappresentante dell'Istituto scolastico frequentato. Presente anche Giovanni Podo, il dipendente della Provincia di Lecce che ha curato tutta l'organizzazione del raduno.

"Venire qui rappresenta una ‘botta di vita' straordinaria rispetto alle vicissitudini che gli enti locali stanno vivendo in quest'ultimo periodo", ha esordito con un sorriso il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone, che ha scelto volutamente questa espressione "frizzante, molto in voga tra i giovani".

"Purtroppo viviamo un momento storico in cui siamo spersonalizzati rispetto a date, scadenze, tagli, numeri", ha proseguito Gabellone. "Abbiamo fatto nostre alcune priorità, così siamo partiti da 20 Comuni con Consigli comunali dei ragazzi e siamo arrivati qui. La fotografia di oggi è il risultato di un lavoro fatto in modo puntale. Mi auguro che questa sala diventi sempre più partecipata, arricchita dall'entusiasmo e dall'operosità di Unicef e dai nostri bravi amministratori", ha concluso il presidente della Provincia di Lecce.

"Abbiamo raggiunto un traguardo alto ed importante con ben 60 Comuni partecipanti. Sarebbe bello che tutti i Comuni avessero la rappresentanza giovanile. L'entusiasmo che registriamo ci contagia", ha sottolineato la presidente del Comitato provinciale Unicef Giovanna Perrella che, nel suo appassionato intervento, si è soffermata sui risultati ottenuti da Unicef in questi ultimi 25 anni dalla firma della Convezione internazionale per i diritti dell'Infanzia.

La riunione è proseguita con gli interventi di due studentesse che frequentano le scuole superiori, il già sindaco del Consiglio comunale dei Ragazzi di Uggiano La Chiesa Chiara Leone e il già sindaco del Consiglio comunale dei Ragazzi di Lecce Rebecca Metcalf, a cui è stato affidato il compito di presentare l'iniziativa "Le Città Amiche dei Bambini e delle Bambine", importante riconoscimento conferito da Unicef ai Comuni che, dopo aver sottoscritto un'apposita convenzione, attuano concretamente attività a favore dell'infanzia.

Insieme ai sindaci dei 5 Comuni già certificati (Alliste, Melpignano, Poggiardo, San Pietro in Lama, Uggiano La Chiesa) sono stati chiamati ad intervenire i sindaci dei 14 nuovi Comuni che hanno firmato l'accordo con Unicef e che nell'aula consiliare hanno assunto formalmente l'impegno a realizzare le iniziative previste nel percorso che li porterà ad ottenere il riconoscimento di "Città amica dei bambini e delle bambine". Si tratta, in particolare, dei Comuni di Bagnolo del Salento, Copertino, Lequile, Leverano, Matino, Minervino, Muro Leccese, Nociglia, Otranto, Sannicola, Santa Cesarea Terme, Surbo, Trepuzzi, Tricase.

E' stata, quindi, la volta di un altro ragazzo che ha già vissuto l'esperienza di "baby sindaco" ad Alliste, Gabriele Gatto, che ha presentato la 4^ Edizione delle Olimpiadi dell'Amicizia, un'occasione unica di incontro per ragazze e ragazzi che nel 2015, come nelle tre edizioni passate, torneranno a confrontarsi in una serie di gare (giochi e prove di scrittura e grafica creativa, musica e orienteering), organizzate seguendo il filo conduttore dell'amicizia, della non discriminazione e della pace. Alla presentazione è seguito l'intervento del già sindaco del Consiglio comunale dei ragazzi di San Cesario Laura Bruno sul tema "Un progetto per i giovani che impegna giovani e adulti". La manifestazione si è quindi conclusa con le riflessioni della vicepresidente nazionale di Unicef Italia Silvana Calaprice.

Questo l'elenco completo di tutti i Comuni che hanno partecipato al 6° raduno: Acquarica del Capo, Alezio, Alliste, Arnesano, Bagnolo del Salento, Calimera, Campi Salentina, Cannole, Carmiano, Castrignano dei Greci, Castro, Copertino, Corigliano d'Otranto, Corsano, Cursi, Cutrofiano, Galatone, Giurdignano, Guagnano, Lecce, Lequile, Leverano, Maglie, Martano, Matino, Melissano, Melpignano, Miggiano, Minervino, Monteroni, Muro Leccese, Nociglia, Ortelle, Otranto, Palmariggi, Patù, Poggiardo, Racale, Ruffano, Salice Salentina, San Cesario, San Donato, San Pietro in Lama, Sannicola, Santa Cesarea Terme, Scorrano, Sogliano Cavour, Soleto, Spongano, Squinzano, Sternatia, Surano, Surbo, Tiggiano, Trepuzzi, Tricase, Ugento, Uggiano La Chiesa.


  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!