-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
La Fabbrica dell'orrore domani a Maglie: al Liceo Da Vinci il Dialogo tra padri e figli sui misteri d'Italia con Giovanni e Gianluigi Pellegrino

  04/12/2014

Domani, venerdì 5 dicembre, alle ore 18, nell'aula magna del Liceo Scientifico "Leonardo Da Vinci" a Maglie è in programma il secondo appuntamento con "La fabbrica dell'orrore – Strategie della paura e pratiche del consenso. I terrorismi. Le mafie", il progetto promosso dal "Da Vinci" di Maglie, con il patrocinio della Provincia di Lecce, del Comune di Maglie, dell'Università del Salento e in collaborazione con il Corso di studi in Sociologia dell'Università del Salento.

Ci sarà, infatti, un atteso ed intenso faccia a faccia tra l'avvocato ed editorialista de "La Repubblica" Gianluigi Pellegrino e l'avvocato, già presidente della Commissione d'inchiesta sul terrorismo e le stragi, Giovanni Pellegrino.

"Dialogo tra padri e figli sui misteri d'Italia" è il titolo di questo interessante incontro – confronto generazionale.

L'appuntamento è il secondo de "La fabbrica dell'orrore", il ciclo di seminari tematici con esponenti illustri del mondo della cultura, della politica, della magistratura e del giornalismo italiano che, fino a maggio 2015, incontreranno gli studenti e si confronteranno direttamente con loro. Un dialogo tra generazioni attraverso il quale offrire ai ragazzi di oggi gli strumenti necessari per comprendere e interpretare uno dei periodi storici più oscuri e tormentati della recente storia italiana, quello degli anni di piombo, della violenta aggressione della criminalità organizzata allo Stato, fino ad arrivare alle più attuali manifestazioni del terrorismo moderno.

Come spiega il dirigente scolastico del "Da Vinci" Annarita Corrado, "il progetto è nato dalla riflessione che ci sono ragazzi e ragazze che non conoscono il periodo degli anni di piombo, del terrorismo, sia perché non l'hanno vissuto, ma anche perché i libri di testo non arrivano a lambire questo periodo storico. Nel corso degli appuntamenti in programma avranno l'occasione di incontrare illustri esponenti della cultura, del giornalismo, della magistratura, e testimoni di rilievo che quel periodo l'hanno vissuto sulla loro pelle, come Benedetta Tobagi, Agnese Moro e Alessandra Galli, solo per citarne alcuni", ha spiegato.

Gli incontri hanno preso il via il 24 novembre scorso con il giornalista de "Il Fatto Quotidiano" Stefano Caselli e il documentarista e autore televisivo Davide Valentini, intervenuti sul tema "Gli anni spietati".

Il prossimo appuntamento in calendario è per venerdì 12 dicembre alle ore 9.30, con l'ex direttore della Corriere della Sera, storico e presidente di RCS Paolo Mieli, che farà "I conti con la storia".



  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!