-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
Stagione Sinfonica d'Estate: giovedì 20 a Palazzo dei Celestini si apre la terza edizione del Festival Salento Classica

  19/08/2015

Con il prossimo concerto della Stagione Sinfonica d'Estate 2015, l'Orchestra Sinfonica Tito Schipa inaugura il "Festival Salento Classica", il segmento estivo che il direttore artistico della Fondazione Tito Schipa, il maestro Ivan Fedele, ha voluto accostare alle prestigiose stagioni estive, riscuotendo grande partecipazione e successo di pubblico. Appuntamento a Lecce giovedì 20 agosto, alle ore 21.30, nell'atrio di Palazzo dei Celestini.

L'edizione 2015 del "Festival Salento Classica" avrà come protagonista il violoncello. Si alterneranno infatti, nei cinque concerti previsti in programma dal 20 agosto al 9 settembre, alcuni tra i più interessanti violoncellisti del panorama internazionale: il musicista nato a Buenos Aires Fernando Caida Greco, la medaglia d'oro nel 1970 al Concorso Tchaikowsky di Mosca David Geringas, il pugliese Nicola Fiorino e lo spagnolo Asier Polo.

"In un momento di precarietà riguardo alle prospettive future
dell'Orchestra Tito Schipa di Lecce, la terza edizione del Festival
Salento Classica è l'occasione migliore per ribadire il ruolo
fondamentale e strategico della nostra compagine per la vita cultura della città di Lecce e della sua provincia. L'auspicio è che questa serie di concerti all'aperto sia l'inizio di una nuova stagione che veda protagonista una delle più belle realtà musicali della Puglia. L'invito è come sempre rivolto al pubblico affinchè riconosca anche quest'anno l'ampio successo che l'Orchestra ha riscosso nelle due edizioni precedenti", dichiara il maestro Ivan Fedele.

Per i cinque appuntamenti sul podio dell'Orchestra Sinfonica Tito Schipa ci sarà lo spagnolo Josè Ramon Encinar, vincitore del Premio Nacional de Musica del Ministero della Cultura Spagnolo e dal 1994 accademico della Real Academia de Bellas Artes di Granada. Attualmente direttore principale e direttore artistico dell'Orquesta y Coro de la Comunidadde de Madrid.

Il concerto di inaugurazione è affidato a Fernando Caida Greco che eseguirà il Concerto n. 1 in la minore per violoncello e orchestra op.33 di Camille Saint-Saëns. Per l'occasione Caida Greco seguirà la prassi esecutiva dell'epoca e utilizzerà un violoncello Claude Augustin Miremont (Parigi 1880) in condizioni originali, con montatura in budello nudo, in tutto e per tutto identico a quello usato nel 1873 da Auguste Tolbecque, primo interprete di questo concerto. Nell'altra parte del programma Encinar dirigerà la sinfonia da La gazza ladra di Gioacchino Rossini e la Sinfonia n. 4 in la maggiore, op. 90 "Italiana "di Felix Mendelssohn-Bartholdy.

Biglietti posto unico € 8.00. Biglietteria Cooperativa Theutra, presso Castello Carlo V, via XXV Luglio a Lecce, tel. 0832 246517. Tutti i giorni ore 9-21.30. Nel giorno del concerto presso il luogo dell'evento dalle ore 20. Al prezzo sarà applicato il diritto di prevendita del 10%. I biglietti non prevedono il posto numerato. Per ogni richiesta: infoico@provincia.le.it.

La Stagione, partita lo scorso 8 agosto proseguirà fino al 30 settembre. Ecco il programma con i prossimi appuntamenti:


Stagione Sinfonica d'Estate 2015
Orchestra Sinfonica Tito Schipa - Direttore Artistico: Ivan Fedele

FESTIVAL SALENTO CLASSICA
dal 20 agosto al 9 settembre

Giovedì 27 agosto – Lecce, Cortile dei Celestini ore 21.30
Direttore: José Ramon Encinar Violoncello: David Geringas

Luigi Cherubini
Medea, sinfonia
Antonín Dvořák
Concerto in si min. per violoncello e orchestra op. 104 (B. 191)
Enrique Granados
Goyescas, intermezzo
Manuel de Falla
L'amore stregone, suite dal balletto

Martedì 1 settembre – Lecce, Cortile dei Celestini ore 21.30
Direttore: Josè Ramon Encinar Violoncello: Nicola Fiorino

Jacques Ibert
Divertissement
Dmitrij Šostakovič
Concerto n. 2 per violoncello e orchestra op. 126
Rossini / Respighi
La boutique fantasque
Pëtr Il'ič Čajkovskij
Romeo e Giulietta, overture-fantasia

Sabato 5 settembre – Lecce, Cortile dei Celestini ore 21.30
Direttore: José Ramon Encinar Violoncello: Asier Polo

Giuseppe Verdi
La Forza del Destino, sinfonia
Robert Schumann
Concerto in la min. per violoncello e orchestra op. 129
Ludwig van Beethoven
Sinfonia n. 5 in do min. op. 67

Mercoledì 9 settembre – Lecce, Cortile dei Celestini ore 21.30
Direttore: José Ramon Encinar Violoncello: Asier Polo

Dmitrij Šostakovič
Ouverture Festiva op. 96
Franz Joseph Haydn
Concerto n. 1 in do magg. per violoncello e orchestra
Pietro Mascagni
Cavalleria Rusticana, intermezzo
Igor Stravinsky
L'uccello di fuoco, suite (1919)


Martedì 15 settembre – Lecce, Cortile dei Celestini ore 21.30
Direttore: Carlo Tenan Pianoforte: William Greco

George Gershwin
Strike up the band
Girl Crazy
Concerto in fa per pianoforte e orchestra
Ouverture Cubana
Porgy and Bess, suite

Sabato 19 settembre – Lecce, Cortile dei Celestini ore 21.30
Direttore: Alfonso Girardo Voci: Rachele Andrioli, Serena Spedicato

OMAGGIO A EDITH PIAF
(Prima esecuzione assoluta - Commissione della Fondazione Tito Schipa)

Venerdì 25 Settembre – Lecce, Cortile dei Celestini ore 21.30
Direttore: Marco Della Gatta Coro Gospel A.M. Family di Elisabetta Guido Pianoforte: Carla Petrachi

Gospel & Gospel
for your soul
(arrangiamenti per coro e orchestra di Marco Della Gatta)

Mercoledì 30 settembre – Lecce, Cortile dei Celestini ore 21.30
Direttore: Paolo Silvestri Tromba: Fabrizio Bosso Voce: Barbara Casini

Duke Ellington
The River, suite
Musiche di E. Morricone, A. C. Jobim, Edu Lobo, Guinga
(arrangiamenti di Paolo Silvestri).


José Ramón Encinar è nato a Madrid nel 1954. Dopo gli studi al Conservatorio si è perfezionato a Milano e a Siena con Franco Donatoni, di cui è stato assistente all'Accademia Chigiana. Ha diretto la maggior parte delle orchestre spagnole e con alcune di esse è in rapporto costante, come con l'Orchestra Sinfonica di Madrid e l'Orchestra Sinfonica di Galizia. All'estero si è presentato alla testa di diverse compagini internazionali, quali la Filarmonica del Messico, l'Orchestra Nazionale di Portorico, l'Orchestra Nazionale Argentina, l'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, l'Orchestra Arturo Toscanini di Parma e molte altre. Dalla stagione 2000/2001 è direttore principale e direttore artistico dell'Orquesta y Coro de la Comunidad de Madrid. Nel campo dell'opera lirica si è distinto, oltre che per la sua dedizione alla musica contemporanea, per aver restituito al pubblico opere poco eseguite come La Clementina di Boccherini, La zapatera prodigiosa di Juan José Castro e Los amantes de Teruel di Bréton, nonché per aver diretto nuove produzioni di opere di Mozart, Salieri, Hindemith, Menotti, Stravinsky, Henze e Maderna in Spagna e all'estero. È egli stesso compositore: dal suo vasto catalogo spiccano in particolare alcuni titoli, come Cum plenum forem enthousiasmo, El aire de saber cerrar los ojos, Almost on stage, Io la mangio con le mani, Proyecto e Mise-en-scène. È stato insignito di numerosi premi e onorificenze ed è membro delle Accademie Reali di Belle Arti di Granada e di San Fernando.


Fernando Caida Greco, nato a Buenos Aires, il violoncellista è stato allievo di Jorge Schultis, Rocco Filippini e Ivan Monighetti.Vincitore di prestigiosi premi in concorsi internazionali, ha ottenuto all'unanimità il primo premio assoluto al Concorso "V.Bucchi" di Roma, riconoscimento che lo ha portato ad esibirsi per le più importanti stagioni concertistiche. In qualità di solista, si è esibito con importanti orchestre (tra cui la Sinfonie-Orchestre di Basilea, L'Ensemble "Alla Corda" di Zurigo, l'Orchestra Filarmonica di Varsavia, la Neues Orchester Basel, L'Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano), collaborando con importanti direttori quali Gilberto Serembe, Andrea Battistoni, Donato Renzetti. Ha tenuto concerti in tutta Europa, Cina, Stati Uniti e Canada, eseguendo spesso brani in prima assoluta a lui dedicati ed effettuando numerose registrazioni radiofoniche e televisive. Appassionato studioso della trattatistica del violoncello, esegue su strumenti originali la musica di tutte le epoche, utilizzando violoncelli in condizioni originali e montati in budello nudo anche per il repertorio del '900 storico, così come si usava allora e seguendo rigorosamente la prassi esecutiva storica. Tiene regolarmente conferenze e masterclass sull'argomento. A questo proposito, è di prossima pubblicazione la sua revisione, per i tipi della Società Editrice di Musicologia, del Metodo di violoncello di Guglielmo Quarenghi, il più importante trattato italiano per violoncello dell'800. La sua passione per la musica da camera lo porta a collaborare con artisti quali Salvatore Accardo, Sergio Azzolini, Laura De Fusco, Edoardo Torbianelli, Francesco Manara, Pierre-André Taillard, Enrico Onofri, Oscar Ghiglia, Bruno Giuranna, Franco Petracchi, Rocco Filippini, Paolo Bordoni, Andrea Bacchetti. E'docente di violoncello presso l'Accademia Musicale Pescarese e il Conservatorio di Pescara.


  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!