-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
Dichiarazione dell'assessore alle Politiche sociali e Pari opportunita' Filomena D'Antini Solero

  06/07/2011

"Lo stop della Regione al parto indolore quale servizio gratuito con tecniche di anestesia locale ed epidurale, non può lasciarci indifferenti", a scendere in campo è l'assessore provinciale Politiche sociali e Pari opportunità Filomena D'Antini Solero.

"Il problema non può non farci riflettere sul diritto al benessere e sulla libertà di scelta, in un momento cruciale dell'esistenza di ogni donna, anche a coloro che, come me, auspicano l'incremento dei parti naturali".

"Se poi si considera che l'Italia è anche ai primissimi posti per parti cesarei, molti dei quali vengono praticati anche nella nostra provincia, che in molti casi e che tale pratica, in molti casi, raggiunge un tasso più che doppio rispetto a quanto raccomandato dall'Organizzazione mondiale della Sanità, si può comprendere come le tecniche del parto indolore possano rappresentare una valida realtà, alternativa al cesareo".
"Oggi ridotta la gratuità del servizio potranno avvalersene solo coloro che possono permettersi prestazioni a pagamento, e di fronte a ciò le donne e le istituzioni devono fare fronte comune individuando soluzioni condivise da proporre al governo regionale e nazionale".

"In attesa che la questione di cui è stato investito anche il governo centrale, e che vede una condivisione bipartisan, possa essere risolta diversamente, l'ente immediatamente preposto, ovvero l'amministrazione regionale, deve trovare immediata soluzione, anche attraverso l'adozione di una legge regionale che renda il parto indolore non più mero servizio a durata limitata nel tempo".

"La carenza di risorse finanziarie non può giustificare la riduzione di un servizio che incide sulla qualità della vita delle donne. Pertanto si utilizzino diversamente le risorse regionali, dando più spazio ai servizi alle persone, conclude l'assessore Filomena D'Antini Solero.




  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!