-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
Sviluppo rurale: domani a Palazzo dei Celestini l'incontro operativo tra i partner del Progetto "Ebla" su tematiche e tecniche agricole

  07/07/2011

Il progetto di cooperazione internazionale "Ebla", di cui la Provincia di Lecce è l'Ente capofila, prosegue la sua attività.

Domani, venerdì 8 luglio, alle ore 11, nella sala consiliare di Palazzo dei Celestini, il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone ha convocato una riunione operativa con il partenariato italiano istituzionale e scientifico del Progetto Ebla, per la definizione dello stato attuale e degli aspetti strategici.

L'incontro fa seguito al corso di formazione per tecnici del Ministero dell'Agricoltura della Siria, promosso dalla Provincia di Lecce nel maggio scorso, finalizzato al trasferimento di know-how e tecniche di produzione e gestione di imprese agricole. In quell'occasione la controparte siriana espresse notevole interesse a proseguire questo percorso di scambio di esperienze, con la prospettiva di costruire reti di cooperazione per la commercializzazione di prodotti e macchine agricole.

All'incontro saranno presenti, oltre al presidente Gabellone, l'assessore provinciale all'Agricoltura Francesco Pacella, i tecnici e gli esperti del progetto "Ebla", già impegnati da tempo in attività di cooperazione in Siria ed i rappresentanti dell'Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari (Iamb).

Il progetto Ebla si propone di avviare un programma di valorizzazione integrata rivolto all'agricoltura, all'artigianato e al turismo, per favorire il miglioramento delle condizioni di vita socio-economiche delle popolazioni locali, attivando segmenti di formazione, e il miglioramento socio sanitario della Provincia di Ebla (Idlib-Siria). In modo particolare gli interventi saranno diretti principalmente verso i villaggi di Mardikh, Mardebsi, Anquarati, Sheikh Idriss, Al Rayyan.

Gli Enti proponenti dell'iniziativa sono un misto di attori privati e pubblici Italia-Siria: Provincia di Lecce (Ente capofila), Regione Puglia e Province di Bari e Bat, Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari (soggetto attuatore), Facoltà Architettura - Bari, Facoltà Scienze Umanistiche ed Architettura – Sapienza Roma, Firdos Ong Siria, Agenzia per la lotta alla disoccupazione, Ministero Sanità, Cultura ed Agricoltura della Siria.

"Il progetto introduce elementi di conoscenza tecnologiche, colture alternative e produzioni zootecniche, integrandoli con metodi e tecniche agricole tradizionali, per migliorare i rendimenti, la produzione e l'organizzazione agricola. L'obiettivo è quello di ottimizzare l'uso delle risorse idriche, di incoraggiare produzioni agro-ecologici e cicli bio-agricoli preesistenti, di favorire l'occupazione, specie quella giovanile, di tutelare il paesaggio intorno al sito archeologico di Ebla, di rafforzare l'identità e radicare la comunità rurale sul territorio e di restaurare immobili e salvaguardare architetture rurali", dichiara l'assessore provinciale all'Agricoltura Francesco Pacella.

La partecipazione attiva della Provincia di Lecce al progetto Ebla ha, infatti, il fine di: promuovere progetti di intervento dell'Unione Europea per stabilizzare la situazione socio-economica dei Paesi mediterranei; avviare e incrementare progetti di cooperazione con la Siria e il Medio Oriente; rendere la Puglia ponte di dialogo e di interscambio culturale fra le diverse sponde del Mediterraneo.




  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!