-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
Inaugurato il nuovo plesso dell'IISS Trinchese di Martano. Gabellone: Gli studenti siano i vigilantes di questo patrimonio

  16/12/2015

Il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone ha inaugurato questa mattina il nuovo plesso della sede dell'IISS "Salvatore Trinchese" di Martano (in via prolungamento Piazza Gramsci), che accoglierà gli studenti e le studentesse del triennio del Liceo Scientifico, riunendo così in un unico campus tutti i giovani iscritti.

Con Antonio Gabellone, erano presenti il sindaco di Martano Fabio Tarantino, il dirigente dell'Ufficio Scolastico Territoriale di Lecce Vincenzo Nicolì, la dirigente scolastica dell'Istituto Alieta Sciolti e il parroco della chiesa del Rosario di Martano don Donato Manca.

Sono intervenuti, inoltre, il componente dello staff del presidente della Provincia di Lecce Antonio Del Vino, il prorettore dell'Università del Salento Rossano Adorno, i sindaci dei Comuni della Grecìa salentina, di Vernole e Melendugno, i rappresentanti delle organizzazioni sindacali del comparto scuola e le autorità civili e militari della zona.

" Questo istituto scolastico è frutto di un lavoro che è durato diversi anni e che ha visto protagonisti i miei predecessori Lorenzo Ria e Giovanni Pellegrino e i sindaci che si sono avvicendati a Martano negli ultimi anni", ha detto il presidente della Provincia Antonio Gabellone. "Oggi è un giorno di festa perché in un momento di estrema difficoltà siamo riusciti a chiudere questo importante progetto. Questa struttura adesso va riempita di contenuti, per offrire opportunità concrete ai nostri ragazzi. A loro chiedo di essere i vigilantes di questo patrimonio che oggi consegniamo", ha concluso.

La dirigente scolastica dell'Istituto "Salvatore Trinchese" Alieta Sciolti ha dichiarato: "Quest'opera è l'esempio della migliore politica: quella che recupera il significato più profondo e bello del termine, di una politica che sceglie, che ha a cuore la cosa pubblica, il bene comune e lo persegue. Cogliere l'impegnativa sfida di costruire o ampliare una scuola significa individuare l'obiettivo principale della società che è quello di educare e investire sui giovani e sulla loro formazione, significa, in una parola sola, investire sul futuro".

Il parroco della chiesa del Rosario di Martano don Donato Manca ha evidenziato: "Inaugurare una scuola è cogliere in profondità la bellezza della cultura. La missione della scuola è sviluppare il senso del vero, il senso del bene e il senso del bello. E' questo, d'altra parte, l'insegnamento di Papa Francesco".

L'inaugurazione è stata allietata dal Coro Polifonico Giuseppe Verdi del "Trinchese", diretto dal maestro Mauro Palumbo, che ha eseguito l'inno nazionale "Fratelli d'Italia", "Va' pensiero" dal Nabucco e "Libiamo ne' lieti calici" dalla Traviata di Giuseppe Verdi, con la partecipazione speciale del soprano Rosanna Mancarella.

Il nuovo edificio scolastico è stato realizzato su due piani con dieci aule didattiche, quattro aule per attività speciali e sei laboratori, oltre agli uffici di segreteria e servizi ed un campetto esterno per attività sportive. L'area complessiva dell'edificio è di 12.200 metri quadrati. La superficie coperta è complessivamente di oltre 4000 metri quadrati. L'importo complessivo dell'investimento è stato di circa 3 milioni di euro.



  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!