-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
Festival dello sport integrato: la salentina Serena Grasso tra i finalisti con il cortometraggio patrocinato dalla consigliera di parità

  18/12/2015

"La mia coscienza", il cortometraggio della regista salentina Serena Grasso sul tema della violenza sulle donne, è tra i finalisti della terza edizione del Festival nazionale dello sport integrato di Courmayeur. La premiazione, alla quale sarà presente la stessa regista, è in programma domani, sabato 19 dicembre, presso il Centro congressi della città valdostana.

L'opera è stata realizzata con il patrocinio dalla consigliera di Parità della Provincia di Lecce Filomena D'Antini, impegnata da anni nella battaglia contro la violenza sulle donne e che eccezionalmente si è prestata a ricoprire il ruolo di guest star femminile nel cortometraggio. Una presenza, fortemente voluta dalla regista, tesa a sottolineare il valore e l'impegno rispetto a un tema così importante come quello che la pellicola sviluppa, un mix tra politica, spettacolo ed impegno sociale al quale si vuole affidare un messaggio incisivo e significativo.

Girato nel Centro Sport Salento di Villa Convento tra il 10 e l'11 agosto scorsi, con la produzione esecutiva della casa di produzione "Arca del blues" e la fotografia di Valerio Mattioli , "La mia coscienza " riesce a trattare con delicatezza e incisione la tematica della violenza sulle donne.

Protagonista del corto è l'attore napoletano Salvio Simeoli, volto noto ai telespettatori di Rai 1 e Rai 3 in numerose fiction (La squadra 7, Incantesimo 9 e 10, Un posto al sole d'estate 3 e 4, Il restauratore, L'Oro di Scampia, Provaci ancora prof 6 e Io non mi arrendo), che interpreta Laganà, un campione di calcio che esercita violenza sulla moglie. Mentre sta per battere un calcio di rigore fa un incontro inaspettato: viene messo a confronto con se stesso, con l'altro e con la donna. Da questa esperienza qualcosa potrebbe cambiare.

La venticinquenne Serena Grasso è nota per i numerosi premi internazionali assegnati al suo primo corto dal titolo "InContro-Una passeggiata in corto" (una storia sulla disabilità raccontata in modo delicato e sincero), trasmesso da Sky Cult in prima serata e proiettato con successo anche alla 9^ edizione del Festival Internazionale di Rabat (Marocco). Serena è anche attrice e, dopo aver recitato in vari spettacoli teatrali, nel 2006 è stata protagonista di un cortometraggio del polacco Pieczonka.

Il Festival nazionale dello sport integrato è promosso dal Csen (Centro Sportivo Educativo Nazional) e Antenne Handicap VDA Onlus, in collaborazione con framedivision, associazione culturale che opera nell'ambito dell'immagine contemporanea, la Presidenza del Consiglio della Regione Valle d'Aosta, il Comune di Courmayeur, e con il patrocinio di Special Olympics Italia e del Comitato Italiano Paralimpico. Al concorso partecipano i cortometraggi (documentari, fiction, animazione) che riflettono sul tema dell'integrazione in ambito sportivo, promuovendo la cultura della solidarietà e la valorizzazione della diversità a tutti i livelli.



  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!