-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
I lavori del Consiglio Provinciale odierno

  01/08/2011

Si sono svolti oggi i lavori del Consiglio provinciale. L'assise si è confrontata su numerose mozioni ed diversi ordini del giorno.

In apertura dei lavori, dopo la presa d'atto del passaggio del consigliere provinciale Mino Frasca al gruppo del Pdl, l'attenzione si è focalizzata sull'ordine del giorno proposto da alcuni consiglieri provinciali in merito alla conferma del posto di lavoro del personale stabilizzato. Il presidente Antonio Gabellone ha espresso grande soddisfazione per l'abbassamento dei toni e per la disponibilità all'esame condiviso degli atti. "Tutte le soluzioni e i suggerimenti vengono, così, esplicitate, in maniera concreta, tale da non produrre alcuna contrapposizione", ha detto.

Il provvedimento, votato all'unanimità, "fa voti al presidente della Provincia e alla giunta provinciale affinché, nell'ambito del procedimento in corso relativo alle stabilizzazioni, si ricerchi l'obiettivo di confermare, nel massimo grado possibile, il contratto di lavoro in essere per le 36 unità interessate".

Il Consiglio Provinciale ha rinviato la discussione sulla mozione presentata da alcuni consiglieri provinciali riguardante la crisi occupazionale Nardò Technical Center. La stessa sarà esaminata in Commissione consiliare alla luce dei rilievi emersi nella task force regionale.

Rinviata anche la discussione dell'ordine del giorno "Cdr Impianto Colacem di Galatina" a quando la Provincia avrà acquisito i dati relativi alle analisi effettuate dall'Arpa sulle emissioni dell'impianto.

Con un impegno complessivo di 465mila euro, invece, è stato approvato all'unanimità il servizio di assistenza extrascolastica in favore di videolesi con l'approvazione del progetto proposto dall'Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti (Uici) – sezione provinciale di Lecce. "Il progetto permetterà una serie di ulteriori attività specifiche che si aggiungono ai servizi di assistenza personalizzata extra scolastica per i non vedenti che la Provincia di Lecce già eroga", ha detto l'assessore alle Politiche sociali Filomena D'Antini a proposito di questo intervento atteso da tante famiglie e la cui approvazione odierna è stata accolta dagli interessati con un fragoroso applauso.

Attraverso questo progetto si impegna l'Uici a porre in essere, in favore dei non vedenti, degli ipovedenti e dei pluriminorati, le seguenti attività integrative extrascolastiche speciali: aiuto alle famiglie nel processo di normalizzazione senso-motoria; sviluppo dei corretti atteggiamenti posturali per agevolare la corretta acquisizione delle condotte motorie di base; stimolazione della conquista progressiva di autonomia personale e domestica; promozione di attività senso-percettive; stimolazione della partecipazione ad attività psicomotorie, ludiche e sportive; promozione ed organizzazione dello studio personale; istruzione all'uso di nuovi specifici sussidi didattici; stimolazione alla progressiva delle capacità di orientamento immaginativo-motorio; sviluppo delle capacità di integrazione nel tessuto scolastico e sociale (confronto e scambio con altri soggetti minorati, conoscenza e socializzazione con soggetti normodotati di pari età, partecipazione diretta a manifestazioni socio-culturali). Beneficiari dell'intervento circa 70 soggetti minorati della vista (ciechi assoluti o parziali, ipovedenti, pluriminorati scolarizzati).

Con 4 voti favorevoli e 19 contrari è stata invece respinta la delibera di indirizzo per il campionamento in continui dei microinquinanti derivanti dalle industrie a rischio di inquinamento ambientale, operanti nel nostro territorio.

Ritirata la mozione presentata dal gruppo del Pd (primo firmatario Loredana Capone) in merito all'avviso di un processo di conoscenza e sensibilizzazione all'abuso alcolico tra i giovani.

Con 16 voti favorevoli e 3 astenuti è stata approvata la convenzione per la realizzazione in forma associata del progetto "Suoni della Memoria". Il progetto intende realizzare un sistema innovativo che consenta la salvaguardia del vasto patrimonio immateriale esistente, la promozione turistica ed economica del territorio attraverso l'adeguata valorizzazione di questo suo patrimonio e la messa a punto di un progetto di formazione ed alfabetizzazione informatica rivolto ai giovani e agli anziani al fine di ridurre il divario digitale.
Approvata, all'unanimità, la relazione 2010/2011 del Difensore Civico provinciale sen. Giorgio De Giuseppe.

"Sottolineo lo sforzo del Difensore Civico finalizzato ad accresce tra l'opinione pubblica la conoscenza dell'istituto della difesa civica", ha dichiarato il capogruppo di maggioranza a Palazzo dei Celestini Biagio Ciardo. "La sua attività, relativa a questi primi dieci mesi, è stata ricca di interventi, approfondimenti e chiarimenti".

"Un pensiero particolare, infine, non posso non rivolgerlo al Difensore Emerito dell'Ente onorevole Giacinto Urso, per aver incarnato per primo il ruolo della difesa civica e per averlo rilanciato nella Provincia di Lecce", ha concluso Ciardo.



  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!