-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
Riapre il teatro comunale di Galatone: il 2 giugno l'inaugurazione con Enrica Bonaccorti. Dal 30 maggio al 5 giugno tante iniziative collaterali

  27/05/2016

Un piccolo foyer, 266 posti a sedere e caratteristiche architettoniche che ne fanno uno spazio polifunzionale pronto ad ospitare eventi culturali, sociali, ricreativi, convegni, conferenze e proiezioni cinematografiche occasionali.

Dopo 29 anni di chiusura e di oblìo, terminati i lavori di restauro, il teatro comunale di Galatone è pronto ad accendere nuovamente i riflettori e ad accogliere il suo pubblico.

In occasione dell'evento di riapertura, il Comune di Galatone, con il patrocinio della Provincia di Lecce e della Regione Puglia, e in collaborazione con la rete teatrale pugliese Puglia Off, ha messo a punto anche un ricco programma di iniziative collaterali.

La cerimonia d'inaugurazione del Teatro comunale, che viene finalmente restituita al Salento, si svolgerà giovedì 2 giugno prossimo, alle ore 19.30, e rappresenterà il momento in cui, per la prima volta, i cittadini galatonesi potranno assistere al primo spettacolo dopo la ristrutturazione dell'edificio costruito settanta anni fa, all'indomani della seconda guerra mondiale e chiuso dal 1987.

Al taglio del nastro interverranno il sindaco di Galatone Livio Nisi, l'assessore comunale alla Cultura Sondra Dall'Oco, l'assessore all'Industria turistica e culturale della Regione Puglia Loredana Capone, il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone, la soprintendente per i Beni architettonici e paesaggistici per le province di Brindisi, Lecce e Taranto Maria Piccarreta e il rettore dell'Università del Salento Vincenzo Zara.

Madrina d'eccezione sarà la nota attrice e conduttrice televisiva Enrica Bonaccorti, che presenterà la serata dedicata a Galatone e ad alcuni illustri letterati del luogo: Antonio De Ferrariis, Giuseppe Susanna ed Ercole Ugo D'Andrea. Il programma prevede la partecipazione di Emanuele Arciuli; letture di Massimo Giordano, Gabriella Monteduro, Maurizio Nicolosi, Rosaria Ricchiuto; interventi sonori di Gianluigi Antonaci, Mariasole De Pascali, Adolfo La Volpe; testi Antonio De Ferrariis, Galateo, Giuseppe Susanna, Ercole Ugo D'Andrea. La direzione artistica è di Stefano Murciano.

In piazza San Demetrio sarà allestito un maxischermo che trasmetterà in tempo reale la cerimonia.

Il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone evidenzia: "La rinascita del Teatro comunale di Galatone, grazie al caparbio impegno dell'Amministrazione guidata dal sindaco Nisi, è un evento importantissimo non solo per i cittadini galatonesi. Questo contenitore culturale completamente riqualificato viene, infatti, restituito a tutta la comunità del Salento, contribuendo ad arricchire, vivacizzare e rendere ancora più dinamica l'offerta culturale complessiva del nostro territorio".

L'edificio che oggi ospita il rinato Teatro comunale di Galatone fu costruito nel 1946 su committenza del Cavaliere Giovanni Vaglio, intraprendente imprenditore agricolo con la passione del cinema, del varietà e dell'operetta. Edificato nel cuore del centro storico, in via Armando Diaz, su progetto dell'ingegnere Scipione Megha, lo stabile ha rappresentato la prima azienda cinematografica e teatrale galatonese. Tra alterne vicende, il Cine-teatro fu in seguito denominato cinema "Minerva" dall'imprenditore Cuna, che lo acquistò nel 1967. Destinato a proiezioni cinematografiche ha funzionato sino al 1987. Poi l'abbandono e il degrado. A salvare il fabbricato da un destino di residenza ad uso turistico e commerciale è arrivato nel 2006 l'acquisto da parte del Comune di Galatone.

Il sindaco di Galatone Livio Nisi dichiara: "La riapertura dell'ex Cinema Minerva, da ora Teatro Comunale di Galatone, e la sua restituzione alla comunità, rappresenta un'ulteriore conquista nella direzione della riqualificazione del centro storico, ma si offre pure come opportunità di crescita culturale e di promozione del territorio, nonché come strumento di coesione sociale. Il progetto per un ammontare di spesa pari a 540mila euro si è potuto realizzare grazie a fondi regionali per un importo di 400mila euro, a cui il Comune ha aggiunto la quota restante, destinati dal Bando alle opere di urbanizzazione primaria e secondaria nell'ambito di insediamenti di edilizia residenziale pubblica, ma soprattutto in coerenza con la politica regionale di rigenerazione ecologica delle aree urbane. La conclusione dei lavori di recupero e ristrutturazione rappresenta un evento importante per la vita culturale della comunità cittadina. Perciò l'Amministrazione comunale ha deciso di organizzare, promuovere e sostenere l'inaugurazione di questo contenitore culturale organizzando un insieme di attività con la finalità di coinvolgere e sensibilizzare il maggior numero di concittadini all'importanza che la cultura e lo spettacolo possono rappresentare per l'intera comunità".

L'intervento di ristrutturazione si è basato su criteri di sostenibilità sociale ed ecologica, prevedendo l'utilizzo di sistemi costruttivi, tecnologie e materiali che consentono di migliorare la qualità ambientale, l'efficienza energetica e la sostenibilità dell'abitare.

L'assessore comunale alla Cultura Sondra Dall'Oco aggiunge: "L'antico ideatore e realizzatore di questo che ancora oggi si presenta come un progetto culturale fu il nostro concittadino Cavaliere Giovanni Vaglio, un imprenditore nato a Galatone nel 1908. Il Cavaliere Vaglio, prima di altri, intuì e comprese l'importanza dell'attività teatrale e cinematografica come strumento di sviluppo e crescita di una comunità che, all'indomani della seconda guerra mondiale, aveva individuato in questo spazio uno strumento di coesione sociale. Tra la prima proiezione cinematografica nel lontano 1946 e la nuova apertura sono trascorsi numerosi anni, anni in cui la società si è radicalmente trasformata, ma nel rispetto e condivisione dell'imprinting, e comunque al passo con i nuovi tempi, il Teatro Comunale di Galatone continuerà ad essere un contenitore culturale polifunzionale, in cui non solo tutte le arti potranno trovare la loro libera espressione, ma anche la formazione artistica, in particolare modo teatrale, avrà uno spazio privilegiato".

Il direttore artistico Stefano Murciano evidenzia: "L'inaugurazione del Teatro comunale di Galatone rappresenta l'inizio di un processo culturale nuovo auspicato negli anni da quanti, come me, per poter conoscere, studiare e lavorare nell'ambito dello spettacolo dal vivo hanno dovuto migrare dalla cittadina. Partendo da queste considerazioni, le iniziative sono pensate per riaffermare, consolidare e promuovere l'importanza dello spettacolo dal vivo e della formazione del pubblico, anche in rete con altri contesti territoriali locali e nazionali. Gli eventi programmati per la riapertura di questo nuovo spazio culturale hanno l'obiettivo di omaggiare Galatone attraverso le letture di alcuni illustri letterati che nei secoli hanno dato lustro e onore alla Città. Il prestigio degli artisti coinvolti in questa inaugurazione e la presenza delle autorità renderà questo appuntamento una vera festa che si condividerà con tutta la comunità".

L'inaugurazione del Teatro sarà accompagnata da una serie di iniziative culturali collaterali, che si svolgeranno dal 30 maggio al 5 giugno. Da venerdì 3 giugno a domenica 5 giugno, dalle ore 18 alle ore 20, inoltre, il Teatro sarà aperto con visite guidate finalizzate a farne conoscere storia e curiosità.

Ecco in sintesi il programma delle attività culturali:

Lunedì 30 maggio prenderanno il via alcuni laboratori teatrali gratuiti e un corso di formazione per docenti ed educatori tenuti da artisti di rilevanza nazionale ed internazionale. In particolare, dalle 9 alle 11 (primo turno) e dalle 11.30 alle 13.30 (secondo turno) si svolgerà "Il gioco del clown", laboratorio di recitazione per bambini con Ian Algie. Dalle 17 alle 21, "Il Naso Rosso: Istruzioni Per L'Uso", laboratorio di recitazione teatrale per adulti, sempre con Ian Algie.

Martedì 31 maggio, dalle 9 alle 11 (primo turno) e dalle 11.30 alle 13.30 (secondo turno), "Il segreto di pulcinella", laboratorio di tecniche di costruzione ed animazione burattini con Pantaleo Annese e dalla 18 alle 21, "Maschere Vive", laboratorio di recitazione teatrale per adulti sulla commedia dell'arte con Francesco Tammacco.

Mercoledì 1 giugno, dalle 9 alle 11 (primo turno) e dalle 11.30 alle 13.30 (secondo turno), "La bottega di zia Franci", laboratorio di manualità - teatro delle ombre con Francesca Petruzzella; dalle 16 alle 18 "Dal gioco al Teatro", corso di formazione per docenti ed educatori con Pia Wachter e dalle 18 alle 21 "Introduzione al clown", laboratorio di recitazione teatrale per adulti con Robert McNeer.


  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!