-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
Alle radici dei gesti - Teatro dei luoghi //Fineterra 2017: al Convitto Palmieri e ai Cantieri Koreja gli appuntamenti di domani 8 settembre

  07/09/2017

Seconda giornata di appuntamenti domani, venerdì 8 settembre, per il Festival "Alle radici dei gesti - Teatro dei luoghi//Fineterra", un progetto di Provincia di Lecce e Teatro Koreja, festival itinerante dal respiro internazionale nato dalla fusione di due fra le più significative esperienze culturali del Salento (Teatro dei luoghi fest e Fineterra Salento Negroamaro), e che propone eventi di teatro, musica, danza, incontri, laboratori, progetti speciali e tante novità, in programma fino al 13 settembre.

Sono due gli spettacoli presso il Convitto Palmieri, attuale sede della Biblioteca Provinciale Bernardini. Si comincia alle ore 20.30 con Maria Grazia Mandruzzato e "I Sillabari di Goffredo Parise": brevi racconti, quadri essenziali e dannatamente perfetti, capaci di evocare un intero mondo perduto e di tratteggiare sapientemente, con lievi pennellate, le fondamenta più profonde dell'essere umano.

La serata prosegue alle ore 22 con un atteso ritorno a Lecce, quello di Claudia Castellucci storica fondatrice, assieme al fratello Romeo e a Chiara Guidi della Socìetas Raffaello Sanzio. In scena "Verso la specie", ralizzato dalla Scuola Mora di Cesena assieme a Sabina de Giorgi, Erika Schipa, Mariangela My, Camilla Olimpia Isaia Zecca, le allieve selezionate durante il seminario teorico e pratico di movimento ritmico. L'egemonia della danza proposta è la musica e non il corpo. Non si tratta di espressione corporea, ma di presenza fisica ininterrotta, preparata e decisa ad affrontare il tempo che si manifesta nella musica. Occorre trattare il passato quando questo è già confluito nel presente, ed anche la pausa è un momento responsabile della presenza.

Sempre domani, venerdì 8, presso i Cantieri Teatrali Koreja in scena alle ore 20.30 Teatro dei Borgia con "Medea per strada", progetto speciale riservato a 7 spettatori a replica (prenotazione obbligatoria). Il progetto "Medea sulle strade d'Italia" nasce da un'idea di Gianpiero Borgia, sviluppata poi da Elena Cotugno e Fabrizio Sinisi. Ponendosi nel solco delle libere riscritture del mito di Medea, il lavoro rivela allo spettatore la tragedia dello straniero con la forza del mito greco. Si racconta la storia di una giovane migrante, scappata dal proprio paese, arrivata in Italia e finita a prostituirsi per amore di un uomo da cui si crede ricambiata e da cui ha due figli. Un lavoro esperienziale che invita il pubblico, sette spettatori per volta, a salire su un vecchio Iveco Daily e percorrere un itinerario assieme a una donna rumena. È una madre, una straniera, la chiamano Medea.

Il Festival "Alle radici dei gesti - Teatro dei luoghi//Fineterra" è realizzato con il sostegno di Unione Europea - Fondo per lo Sviluppo e la Coesione della Regione Puglia 2014-2020; Regione Puglia Industria Turistica e Culturale; polo Biblio Museale della Provincia di Lecce; Istituto Culture Mediterranee - Salento Negroamaro; col patrocinio di Comune di Lecce e Comune di Aradeo.

Dopo aver vinto il Premio Cultura + Impresa 2014, il Festival ha ricevuto l'EFFE LABEL 2015/2016 e 2017/2018: un importante riconoscimento a livello europeo assegnato a festival con particolare impegno artistico, coinvolgimento delle loro comunità locali e prospettiva europea e globale.

Per informazioni e programma completo: Cantieri Teatrali Koreja, via Guido Dorso, 70; 0832/242000 - 366.9545678, www.teatrokoreja.it.


  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!