-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
Il Servizio Eures della Provincia domani a Lecce, sede per il sud, curerà le selezioni per opportunità di lavoro in Svizzera

  02/04/2012

La Provincia di Lecce sempre più attiva nelle politiche per il lavoro, assessorato guidato da Ernesto Toma, anche grazie ad Eures, il Servizio europeo per l'impiego, presente nell'Ente dal 2010.

Terminata la lunga e laboriosa pre-selezione effettuata dal Consigliere Eures e dalla rete di Eures assistant dei 10 Centri per l'impiego della Provincia di Lecce sugli oltre 350 curriculum pervenuti, la sede del consigliere Eures, ubicata presso gli uffici provinciali di via Botti a Lecce, si prepara ad accogliere i 236 candidati per l'offerta di lavoro nel settore Edilizia in Svizzera.

Domani, martedì 3 aprile, infatti, si svolgerà a Lecce la prima selezione nazionale (sede Eures scelta per candidati residenti in Puglia, Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia) per l'assunzione di operai nel settore edilizia in Svizzera. In particolare, si tratta di selezionare 30 lavoratori specializzati nel settore edile, da assumere a tempo determinato o indeterminato, in piccole e medie imprese del Cantone Zurigo e regioni confinanti. Profili ricercati: muratori, intonacatori, idraulici, carpentieri legno e ferro, cartongessisti, imbianchini, catramisti.

Tale attività è il risultato della collaborazione di Eures Lecce, con le reti omologhe di Genova, Senigallia e Milano e con "Actuel Job", un'importante agenzia di somministrazione e ricerca di personale di Bulach - Svizzera, e rappresenta il primo traguardo compiuto da Eures Lecce nell'implementazione della sua mission, quale rete europea dei servizi pubblici per l'impiego.

Eures, infatti, all'indomani del suo quindicesimo compleanno, si rinnova e rafforza il contenuto della sua mission e del suo portale, piattaforma essenziale per l'offerta-domanda di lavoro, in quello che – molti dimenticano- è mercato unico dal 1993. In particolare, il servizio si prefigge l'ambizioso obiettivo di trasformarsi da "searching engine" in "matching engine" e guidare così i giovani (e meno giovani: da sottolineare che l'età media dei candidati della selezione di domani è di 38 anni) lavoratori europei verso uno dei target della strategia europea di crescita denominata "Europa 2020": raggiungere l'occupazione del 75% della forza lavoro di età compresa tra i 25 e i 64 anni.

Come si svolgerà la selezione di domani? I candidati in possesso dei requisiti (età minima 25 anni, esperienza professionale non inferiore a 4-5 anni, ecc.) sono stati suddivisi, per profilo, in due gruppi, uno per la mattina, il secondo per il pomeriggio.

Daniela Dimphali, responsabile risorse umane di Actueljob e Bernadette Greco, consigliere Eures Lecce, che con determinazione sta portando avanti l'iniziativa, li incontreranno per una presentazione di tutte le caratteristiche del lavoro (tipo di contratto, retribuzione, condizioni di vita, ricerca e supporto datore di lavoro per alloggio ed altro). Poi si procederà ai colloqui conoscitivi veri e propri .

Tale offerta è di rilievo, considerando che il settore edile è uno dei più colpiti dalla crisi occupazionale.

Anche se non fa parte dell'Unione Europea, la Svizzera è collegata alla rete dei Servizi europei per l'impiego grazie agli accordi sottoscritti con i vari Stati europei, tra cui l'Italia. L'agenzia "Actuel Job", attiva dal 1996, è una delle prime agenzie di somministrazione autorizzate ad assumere cittadini provenienti dall'Unione Europea per il mercato del lavoro svizzero.




  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!