-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
9 maggio 2012: Festa dell'Europa. La Provincia la celebra lanciando un concorso per le scuole medie

  09/05/2012

Oggi, mercoledì 9 maggio, ricorre la Festa dell'Europa 2012 e la Provincia di Lecce ha scelto un modo originale per festeggiarla. Il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone, infatti, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta questa mattina a Palazzo Adorno, ha lanciato, al suono dell'Inno alla gioia, un bando di concorso rivolto a tutti gli studenti delle scuole medie salentine. Tema: quello dell'anno europeo 2012 dell'invecchiamento attivo e della solidarietà intergenerazionale.

Sono intervenuti, insieme al presidente Gabellone, l'assessore provinciale alle Politiche del lavoro Ernesto Toma, il consigliere provinciale con delega alle Politiche educative Antonio Del Vino e il consigliere Eures della Provincia di Lecce Bernadette Greco.

Obiettivo del concorso, promosso dal Centro Europe direct- Eures della Provincia di Lecce (che fa parte dell'assessorato alle Politiche del lavoro), è quello di stimolare la riflessione da parte delle nuove generazioni su una serie di temi chiave: il contributo che le persone anziane possono dare alla società; la possibilità di invecchiare restando attivi e potenziare la solidarietà tra le generazioni; il rompere gli stereotipi intergenerazionali ed incoraggiare i ragazzi a trascorrere più tempo con membri di un'altra generazione; l'imparare a percepire l'invecchiamento attivo non come una minaccia, ma come una conquista sia dai singoli individui che dalla società.

"Sono temi che ci vedono particolarmente attivi e partecipativi", ha detto il presidente Antonio Gabellone, esaltando il fondamentale ruolo del Centro Europe direct- Eures, "con una doppia esigenza: permettere che conoscenze, esperienze, sentimenti dei non più giovanissimi possano essere messi a disposizione delle nuove generazioni e sfruttare la possibilità di mettere a frutto questa ricchezza. Vale a dire, da un lato, far sì che l'età avanzata non sia un peso, dall'altro, utilizzare una risorsa straordinaria".

Agli studenti, guidati da un docente, è richiesto di esprimersi sul tema nella forma artistica che preferiscono (saggio, video, disegno, filmato, ecc.), secondo alcuni spunti di riflessione: Ricognizione del fenomeno dell'invecchiamento in Provincia di Lecce; Raccontare la storia di una persona che ha fatto e, magari continua a fare, qualcosa di interessante, utile, coraggioso, straordinario, altruistico; Elaborare almeno una proposta di progetto intergenerazionale da sviluppare nella propria scuola.

"Fare una ricognizione sul tema dell'invecchiamento, raccontare un over 65 o una over 65 per riflettere e prendere spunto dalla sua storia, pensare ad un originale progetto intergenerazionale sono occasioni per i ragazzi di vedere la società in modo differente", ha spiegato Bernadette Greco, consigliere Eures della Provincia di Lecce, sottolineando il fatto che "educare alla cittadinanza europea, che si aggiunge a quella nazionale, è un vantaggio per tutti".

Gli elaborati del concorso dovranno essere consegnati entro il 10 ottobre 2012 e il lavoro vincente sarà premiato con un viaggio per visitare lo Spazio Europa della Rappresentanza della Commissione Europea a Roma (una classe con un docente).

Ma perché si riflette su tale tema in Europa tanto da celebrarne l'anno? L'Unione Europea dedica ogni anno ad un determinato tema, con lo scopo di sensibilizzare i propri cittadini su una questione specifica. E la popolazione che invecchia, argomento 2012, è un tema su cui riflettere: creare più opportunità sia lavorative che economiche per la gente che invecchia, capire come la popolazione che invecchia possa essere considerata una risorsa per la società creando solidarietà tra le generazioni. La sfida per tutti è ambiziosa. L'invecchiamento attivo porta benefici all'intera società, ma ciò richiede un cambiamento di rotta. L'anno europeo 2012, e l'anno europeo a Lecce per tutte le scuole salentine, è un punto di partenza per questo importante cambiamento.

"Oggi noi, come Provincia di Lecce, siamo in grado di rispondere al meglio a tutte le sollecitazioni che ci vengono dall'Europa, grazie anche all'attività intensa e frenetica che il Centro Europe direct e la consigliera Eures realizzano quotidianamente", ha detto l'assessore alle Politiche del lavoro Ernesto Toma. "Questo bando che oggi presentiamo coglie più volte nel segno. E' completo sotto vari punti di vista, in quanto esso non parla soltanto di Europa in termini di finanziamenti, ma coniuga questo aspetto a temi quali quello dell'invecchiamento attivo, crea un collegamento con il mondo dell'occupazione e, al tempo stesso, promuove un reinserimento concreto delle popolazioni più avanti con l'età in tutti gli aspetti strettamente connessi ad una partecipazione attiva alla vita sociale, creando un vero e proprio patto generazionale".

Fondamentale, la sensibilizzazione fra i giovanissimi, come ha spiegato il consigliere delegato alla Pubblica Istruzione e politiche Educative Antonio Del Vino: "Le scuole attingono a piene mani alle risorse che i fondi europei mettono a disposizione ed è grazie a queste risorse che il cuore della scuola oggi può pulsare più intensamente. Tutte le scuole sono oggi attente a promuovere un'attività di sensibilizzazione, divulgazione e promozione dei temi proposti dalla Comunità Europea. Attraverso questo bando possiamo affermare, utilizzando quasi uno slogan, che si potrà aggiungere non solo anni alla vita, ma vita agli anni".



  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!