-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
Incontro "L'Italia delle città creative" e mostra "A.R.T.E – Critica della ragione artistica"alla biblioteca "Bernardini"

  17/05/2012

Al via il terzo appuntamento del progetto educativo "Non capisco l'arte contemporanea", promosso dall'assessorato alla Cultura della Provincia di Lecce, in collaborazione con l'Accademia di Belle Arti di Lecce e i Licei Scientifici "Banzi" e "De Giorgi", e Classici "Palmieri" e "Virgilio" di Lecce.

Domani, venerdì 18 maggio, a partire dalle ore 14.30 e fino alle 17.30, nella sala Teatrino della Biblioteca provinciale "Bernardini" (ex Convitto Palmieri), in piazzetta Carducci a Lecce, si terrà un incontro con Luigi Ratclif, segretario dell'associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani di Torino, che interverrà sul tema "L'Italia delle città creative: investire sull'innovazione artistica, investire sui giovani".

A seguire, alle ore 19, sempre presso la galleria dell'ex Convitto Palmieri di Lecce ci sarà l'inaugurazione della mostra di artisti emergenti "A.R.T.E – Critica della ragione artistica", a cura di Tommaso Ariemma e Anna Maria Lifonso.

Introdurranno la vice presidente ed assessore alla Cultura della Provincia di Lecce Simona Manca e il direttore dell'Accademia di Belle Arti di Lecce Claudio Delli Santi. Saranno presenti gli artisti e i curatori della mostra.

Il nome della mostra è stato suggerito da una dichiarazione di Valerio Adami secondo la quale la parola "arte" sarebbe un acronimo, ovvero A come amore, R come ragione, T come tradizione, E come estasi. Questa mostra di diciannove artisti emergenti – tutti formatisi presso l'Accademia di Belle Arti di Lecce – si ispira a tale definizione. "Ventidue opere pittoriche originali caratterizzate dalla grande varietà di stili, tecniche e soggetti. Questa mostra rappresenta una anatomia del senso dell'arte, per la prima volta messa in opera dagli artisti stessi", dichiara uno dei curatori Tommaso Ariemma.

Per la mostra è stato predisposto un catalogo che verrà presentato sempre domani, edito da Lupo Editore. L'allestimento sarà aperta fino al 31 maggio e sarà visitabile dal lunedì al venerdì, dalle 11 alle 13 e dalle 16 alle 20, ed il sabato, solo dalle 16 alle 20. L'ingresso è gratuito.

Il prossimo incontro in calendario per la rassegna "Non capisco l'arte contemporanea sarà "Arte come esperienza", previsto per giovedì 24 maggio, a cura di Anna Pironti, responsabile del Dipartimento Educazione Castello di Rivoli del Museo Arte contemporanea, Rivoli.


  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!