-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
Viaggio sicuro per i turisti sulle due ruote: attivate in tutte le marine del Salento le nuove fermate di "Ciclostop ripara e via

  01/08/2012

Più sicurezza per tutti gli amanti delle due ruote che approdano sulle coste del Salento. Dopo il centro storico di Lecce e i suoi quartieri periferici, infatti, questa estate l'iniziativa "Ciclostop ripara e via" si estende anche a tutte le Marine del Litorale salentino.

Da San Cataldo a Torre Lapillo, passando per Santa Maria di Leuca, i turisti "in sella" troveranno ben 89 fermate dove poter riparare, da soli e gratuitamente, la propria bicicletta.

Si tratta della terza mappa per le due ruote realizzata nell'ambito del progetto "Ciclostop ripara e via", promosso dall'Organizzazione Bicinema, con il sostegno di Provincia di Lecce, Regione Puglia, Comune di Lecce, Università del Salento, Puglia Promozione, Unesco in bici, FIAB - Federazione Italiana Amici della Bicicletta, Cicloamici Fiab Lecce, Federazione Ciclistica Italiana, Tribunale Civile, Vigili del Fuoco, Questura di Lecce, Asl – Lecce1, Accademia delle Belle Arti, Conservatorio Musicale "Tito Schipa", Cgil, Cisl, Uil, Csv Salento, Camera di Commercio di Lecce.

Nelle fermate "Ciclostop" delle Marine, dalla costa ionica a quella adriatica, da nord a sud, così come in quelle attive presso sedi istituzionali, scuole, farmacie ed attività commerciali del Comune di Lecce, i ciclisti in difficoltà possono riparare, in modo autonomo e gratuito, una foratura o gonfiare le ruote della propria bicicletta, grazie ad un vero e proprio kit-officina.

Le tre mappe, con tutti i punti sosta di riparazione per le due ruote, si trovano oltre che nelle fermate "Ciclostop", tra cui quella presso l'Ufficio relazioni con il pubblico della Provincia di Lecce (in via Umberto I), anche negli info point di Puglia Promozione e sul sito di Bicinema (www.bicinema.it).

Il progetto, partito ad aprile dal centro storico del Capoluogo salentino, ha raggiunto in pochissimo tempo grandi risultati. Oggi, infatti, sono circa 200 le fermate di riparazione e manutenzione disponibili. Tra queste anche le quattro messe a disposizione dalla Provincia di Lecce: Palazzo dei Celestini (Ufficio relazioni con il pubblico), la sede di via Salomi, il Museo provinciale "Sigismondo Castromediano" in viale Gallipoli e la Biblioteca "Bernardini" in piazzetta Carducci.

Presentata nei mesi scorsi a Palazzo Adorno dall'assessore ai Trasporti e alla Mobilità della Provincia di Lecce Bruno Ciccarese, "Ciclostop ripara e via" punta a sostenere "Salva i ciclisti", l'appello internazionale lanciato dal celebre quotidiano britannico "Times" e che tramite internet ha fatto il giro del mondo, tutelando, in questo caso, i turisti che arrivano sulle coste del Salento con l'inseparabile bicicletta.

Soddisfatto per il risultato raggiunto e per le nuove prospettive di crescita dell'iniziativa, l'assessore provinciale Ciccarese dichiara: "E' un progetto in cui crediamo molto. Il punto di forza di questa idea così originale, con cui vogliamo incoraggiare una mobilità alternativa ed ecosostenibile, è nella sua diffusione capillare. La Provincia di Lecce, infatti, si sta impegnando in modo diretto per coinvolgere tutti i Comuni salentini. Dopo l'esperienza delle Marine, nei prossimi mesi, il nostro obiettivo è estendere il progetto "CicloStop" a tutto il territorio provinciale, realizzando una quarta mappa che integrerà le fermate dei 99 comuni salentini."


  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!