-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
Il Capo della Polizia Antonio Manganelli domani a "Miggianosilibra"

  09/08/2012

Domani, venerdì 10 agosto, alle ore 20.45, l'Ante Theatrum a Miggiano (via Roma), ospiterà il Capo della Polizia Antonio Manganelli, nell'ambito della rassegna culturale "Miggianosilibra", ideata e curata dall'assessore alla Cultura del Comune di Miggiano Michele Sperti, con il patrocinio di Provincia di Lecce e Regione Puglia.

L'appuntamento lascerà spazio alla cronaca, con una relazione-intervista sul sistema sicurezza alla luce degli ultimi accadimenti nel territorio salentino. Manganelli risponderà alle domande di Rosario Tornesello, giornalista di "Nuovo Quotidiano di Puglia".

"Miggianosilibra" è un consolidato progetto culturale che la Provincia, attraverso l'assessorato alla Cultura guidato dalla vice presidente Simona Manca, ha sostenuto sin da subito. Fin qui sono state presentate novità editoriali alla presenza degli autori che hanno dialogato con personalità locali della politica e della società civile. A partire dallo scorso ottobre, puntualmente, nel "salotto" di Miggianosilibra, si sono avvicendate protagonisti diversi che hanno richiamato larghissima attenzione: dalla giornalista e scrittrice Cinzia Tani allo storico Arrigo Petacco, dal giudice Giuseppe Ayala alla criminologa Roberta Bruzzone.

Con l'appuntamento di domani "Miggianosilibra" diventa anche strumento di informazione approfondita sui grandi temi di attualità e di cronaca.

Antonio Manganelli è nato ad Avellino l'8 dicembre 1950. Laureato in Giurisprudenza presso l'Università degli studi di Napoli, si è specializzato in Criminologia Clinica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università di Modena. Dagli anni ‘70 ha operato costantemente nel campo delle investigazioni, acquisendo particolare esperienza e preparazione tecnica nel settore dei sequestri di persona a scopo di estorsione prima ed in quello antimafia poi.

Ha lavorato al fianco dei più valorosi magistrati e di organi giudiziari investigativi europei ed extraeuropei, dei quali è diventato negli anni un solido punto di riferimento, legando il suo nome anche alla cattura di alcuni dei latitanti di maggior spicco delle organizzazioni mafiose.

E' stato docente di "Tecnica di Polizia Giudiziaria" presso l'Istituto Superiore di Polizia ed è autore di pubblicazioni scientifiche in materia di sequestri di persona e di tecnica di polizia giudiziaria, tra cui, di recente, il manuale pratico delle tecniche di indagine "Investigare" (Cedam), scritto con il prefetto Franco Gabrielli, all'epoca direttore del S.I.S.De.

Ha diretto il Servizio Centrale di Protezione dei collaboratori di giustizia ed è stato questore di Palermo e di Napoli. Nel 2000 è stato nominato dal Consiglio dei Ministri prefetto di 1^ classe, con l'incarico di direttore centrale della Polizia Criminale e vice direttore generale della Pubblica Sicurezza. Dal 3 dicembre 2001 è stato vice direttore generale della Pubblica Sicurezza con funzioni vicarie. Il Consiglio dei Ministri lo ha nominato Capo della Polizia il 25 giugno 2007.


  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!