-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
Equilibri di bilancio ed Istituto di Culture Mediterranee al centro dei lavori del Consiglio Provinciale

  12/10/2012

Con 22 voti favorevoli e 6 contrari il Consiglio Provinciale, riunito in seduta ordinaria a Palazzo dei Celestini, ha approvato l'Esercizio Finanziario 2012 – Ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi – Verifica degli equilibri di bilancio.

Nel corso della sua relazione sull'argomento, l'assessore provinciale Ernesto Toma ha fatto presente come "quest'anno l'importante appuntamento della verifica degli equilibri di bilancio ha margini di imponderabilità per tutti i Comuni e le Province italiane, ancora più accentuati del solito. La pesante scure dei tagli previsti dalla spending review, dopo quelli del 2010 e del decreto Salva Italia del novembre 2011, ha fortemente indebolito le strutture finanziarie degli enti locali e resa incerta la vita degli equilibri".

"Per dare un'idea della riduzione dei trasferimenti effettuato con le tre manovre della Provincia, si tenga presente che dai 27 milioni di euro si è passati a 12 milioni, che diventeranno 8,3 milioni nel 2013. Una diminuzione del 70% in quattro anni. In particolare a causa dell'incertezza degli importanti tagli, il Ministero dell'Interno ha emanato una nota in cui, per la prima volta dall'introduzione dell'obbligo, il termine per la verifica degli equilibri è stato rinviato sine die. Nonostante ciò, la Provincia di Lecce non ha inteso usufruire di tale rinvio, portando in Consiglio gli equilibri, così come, tra le prime in Italia, ha approvato il Bilancio 2012 nel mese di marzo, nonostante il termine sia stato spostato al 31 ottobre".

"Molti enti hanno dichiarato gli equilibri per il 2012 non tendendo conto dei tagli della spending review: gli equilibri della Provincia di Lecce, invece, ne tengono conto per un importo pari a 3,7 milioni nel 2010 e a 7,4 milioni nel 2013. Le risorse occorrenti per riequilibrare i conti intaccati dai tagli e dai debiti fuori bilancio sono state reperite dai recuperi delle somme non versate per l'addizionale sulla Tarsu, dalle entrate della Rca, nonché dall'applicazione di parti dell'avanzo di amministrazione: la programmazione a settembre risponde a quanto previsto in sede di bilancio di previsione e assegnazione degli obiettivi".

"Oltre alla verifica degli equilibri, sono stati portati all'attenzione del Consiglio, per il conseguente riconoscimento quali debiti fuori bilancio, otto sentenze per un importo complessivo di circa 330 mila euro. Su fronte del Patto di Stabilità la situazione resta fortemente condizionata dalla rigide regole normative che impediscono all'Ente di prevedere sblocchi nei pagamenti delle spese di investimento", ha concluso l'assessore Toma.

Il Consiglio ha poi nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione dell'Istituto di Culture Mediterranee, che risulta così composto: Mauro Sbocchi (presidente), Luigi Rossetti, Fabio D'Astore, Egidio Zacheo, Ubaldo Villani Lubelli (componenti).

Nominato, infine, il consigliere provinciale Alessandro Coricciati quale componente nell'Ambito Territoriale di Caccia "Provincia di Lecce", in sostituzione del dimissionario Mino Frasca.


  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!