-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
Interventi di edilizia stradale: dalla Provincia 1 milione e 885 mila euro per Veglie e Torre Castiglione

  17/10/2012

Prosegue l'impegno della Provincia di Lecce nel campo dell'edilizia stradale, per mettere in sicurezza punti critici per la circolazione nel territorio e per rendere più agevole il traffico veicolare.

La giunta provinciale, presieduta da Antonio Gabellone, nell'ultima seduta, ha approvato i progetti definitivi dei "Lavori di messa in sicurezza della circonvallazione di Veglie mediante la realizzazione di una rotatoria con la strada provinciale Veglie-Porto Cesareo" e dei "Lavori di ricostruzione di un tronco della strada provinciale Porto Cesareo-Punta Prosciutto in località Torre Castiglione": le risorse impegnate per queste due rilevanti interventi di miglioramento stradale ammontano a 1 milione e 885 mila euro.

L'intervento riguardante la circonvallazione di Veglie, con la realizzazione di una rotatoria sull'intersezione della Veglie-Porto Cesareo, si è reso necessario per la messa in sicurezza di un tratto stradale ad elevata densità di traffico e pericolosità, anche a seguito del recente allargamento della sede stradale; per questi lavori sono state impegnate risorse per oltre 215 mila euro.

Soddisfazione è stata espressa dal consigliere provinciale Tonino Rosato.

Il secondo intervento deliberato riguarda la ricostruzione di un tronco sulla Porto Cesareo - Punta Prosciutto, località Torre Castiglione.

A seguito di segnalazione dell'Autorità di Bacino per la Puglia, il tratto della strada provinciale Porto Cesareo - Punta Prosciutto fu interdetto al traffico nel 2010 in quanto, al di sotto della strada, era stata rinvenuta la presenza di cavità carsiche caratterizzate da fenomeni di degrado progressivi con rischio di crollo (cosiddette "spunnulate").
La Provincia studiò da subito alcune soluzioni progettuali impegnandosi a reperire le risorse finanziarie per far fronte all'intervento di recupero della funzionalità del tronco viario, pur avendo predisposto un percorso alternativo.

Nel 2011 venne avviata la Conferenza dei Servizi che, al termine di un lungo e complesso iter approvativo, ha portato nei giorni scorsi all'individuazione e all'approvazione della soluzione tecnica atta a superare la zona interessata dal rischio di crollo. Si tratta di una soluzione tecnica ben più onerosa delle previsioni iniziali, ma giudicata compatibile con il contesto insediativo in quanto non altera lo stato delle cavità sottostanti la strada, nè comporta l'utilizzo di altre aree oltre a quelle già interessate dalla attuale sede viaria.

Detta soluzione consiste in un ponte con struttura portante in acciaio della luce di 55 metri; l'importo del finanziamento, per la gran parte a carico della Provincia, è pari a 1 milione e 670 mila euro.

Nonostante i lunghi tempi occorrenti per la definizione della soluzione tecnica, l'assessore provinciale ai Lavori pubblici Massimo Como ha espresso soddisfazione per il traguardo conseguito "che viene incontro alle numerose istanze della comunità locale e dei numerosi operatori che svolgono la propria attività in una zona a fortissima vocazione turistica. Nei prossimi mesi, al termine della progettazione esecutiva, prevediamo di dare corso all'appalto delle opere con la massima tempestività possibile".


  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!