-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
La Provincia di Lecce testimonial di pace in Terra Santa con la Fondazione Ico e la Fondazione Focara di Novoli

  16/11/2012

La musica e il "fuoco buono", due beni immateriali che caratterizzano ormai il patrimonio culturale del Salento, diventano ambasciatori di pace in Terra Santa. Regista dell'iniziativa la Provincia di Lecce, che ha scelto come testimonial le due Fondazioni di cui fa parte, la Fondazione Ico Tito Schipa e la Fondazione Fòcara di Novoli. Entrambe saranno protagoniste della missione organizzata dalla Provincia di Lecce in occasione delle festività natalizie in Palestina.

Cuore del progetto il tradizionale Concerto di Natale a Bethlehem, che quest'anno sarà eseguito dall'Orchestra Ico "Tito Schipa", su proposta dell'Associazione nazionale per la vita e per la pace, promotrice dell'evento musicale, subito accolta e sostenuta dalla Provincia di Lecce.

La tournée prevede due tappe il 20 dicembre, a Bethlehem, nella Chiesa della Natività e il 21 dicembre a Nazareth. Trenta musicisti dell'Orchestra Ico "Tito Schipa" della Provincia di Lecce si esibiranno alla presenza delle autorità locali, di rappresentanti delle istituzioni italiane, di esponenti del mondo della cultura e dell'arte e dei pellegrini. Il Concerto sarà trasmesso in mondovisione, il giorno di Natale, sulla rete Rai.

Insieme alla musica, linguaggio universale, a lanciare un messaggio di pace e speranza ci sarà il "fuoco buono" della tradizionale Fòcara di Sant'Antonio Abate, diventato ormai un simbolo universale di pace e di solidarietà nell'area mediterranea, che sarà portato simbolicamente in Terra Santa dalla Fondazione Fòcara di Novoli. Il falò più grande del bacino del Mediterraneo, alto 25 metri e con un diametro di 20, tornerà a bruciare a Novoli il 16 gennaio 2013. Un evento unico e carico di simboli legati alla cultura popolare e contadina del territorio, diventato ormai occasione di incontro tra culture e religioni diverse che si riuniscono idealmente intorno al "fuoco buono" della Puglia, messaggero di pace nel mondo.

La missione in Palestina rientra nel progetto "Il Salento per la Vita e per la pace in Terra Santa", ed è una prosecuzione delle attività realizzate in Terra Santa, a partire dal 2007, dalla Provincia di Lecce attraverso l'Istituto di Culture Mediterranee e il Servizio Politiche giovanili, che ne hanno curato gli aspetti organizzativi ed amministrativi secondo gli indirizzi ricevuti dal Consiglio e dalla Giunta provinciale. Nel progetto, inoltre, sono stati coinvolti anche alcuni Comuni salentini, fra i quali Alessano, Galatina, Otranto, Gallipoli, Cavallino e Novoli.

Al viaggio in Terra Santa potranno partecipare tutti i rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni, ma anche singole persone interessate al tema della cooperazione e della solidarietà.

Il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone spiega il senso dell'iniziativa: "Il Concerto di Bethlehem ha per la Provincia di Lecce un significato di alto valore culturale, coerente con l'impegno che abbiamo profuso fino ad oggi nella promozione del dialogo e della cooperazione tra i popoli soprattutto dell'area del Mediterraneo. Al tempo stesso rappresenta una grande opportunità in termini di ricaduta d'immagine e di prestigio per l'Orchestra e per tutto il territorio salentino. La diffusione dell'evento in mondovisione sulla Rai, prevista per il 25 dicembre, infatti, costituisce un mezzo di indiscutibile efficacia per sostenere le politiche del turismo e del marketing territoriale per la Provincia e per tutti i suoi Comuni".

L'assessore provinciale alle Politiche giovanili Bruno Ciccarese ricostruisce alcune delle tappe della collaborazione con l'area israelo-palestinese avvenuta in questi anni: "Attraverso questo progetto la Provincia di Lecce sta promuovendo importanti contenuti di natura culturale, come l'esperienza e l'adesione al Circuito delle città storiche del Mediterraneo, ma anche economici come il progetto "Olivo Coltura e cultura del Mediterraneo", di beneficenza in favore di istituzioni operanti nel territorio palestinese, ed artistici, con la promozione di importanti eventi musicali ispirati al valore del confronto e della contaminazione delle esperienze".

Tutte le iniziative attuate sono caratterizzate da un'importante collaborazione fra le istituzioni ed, in particolare, con l'Ambasciata d'Italia a Tel Aviv, il Consolato italiano a Gerusalemme, la Custodia di Terra Santa, il Patriarcato di Gerusalemme e le municipalità di Bethlehem e Gerusalemme.

Tra gli ultimi interventi significativi realizzati in Terra Santa dalla Provincia di Lecce, in collaborazione con il Comune di Uggiano La Chiesa, una raccolta fondi per sostenere la ricostruzione e la ripresa dell'attività di una scuola materna, distante pochi metri dal muro che divide i territori israeliano e palestinese. A testimonianza di questo impegno, sulla facciata della scuola è stata apposta una targa, dove è citata, fra le altre istituzioni, proprio la Provincia di Lecce.

Il sindaco del Comune di Novoli Oscar Marzo Vetrugno dichiara: "Per la prima volta il sistema Salento, attraverso la Provincia di Lecce, esporta la sua identità di terra d'accoglienza con due soggetti a gestione pubblica, la Fondazione Ico Tito Schipa e la Fondazione Fòcara di Novoli. E' il risultato dell'impegno concreto delle istituzioni coinvolte e il traguardo di un percorso fatto di condivisione e coesione di obiettivi e di azioni di alto valore. La musica ed il fuoco alimentano così progetti e speranze per il raggiungimento di obiettivi concreti per la pace e i diritti umani in Terra Santa".


  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!