-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
Il Salento in marcia a Nardo' con la fiaccolata per la "giornata internazionale contro la violenza sulle donne"

  23/11/2012

Anche il Salento scende simbolicamente in strada in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

Domenica 25 novembre, alle ore 17, infatti, si terrà a Nardò la terza edizione della fiaccolata promossa dall'Assessorato alle Politiche sociali e Pari opportunità della Provincia di Lecce e dall'Ambito territoriale di Nardò, in collaborazione con la Commissione provinciale Pari opportunità, la Commissione Pari opportunità di Nardò e il Comune di Nardò.

Dopo la Città di Lecce e quella di Galatina, è la volta di Nardò, dove il corteo partirà da piazza Cesare Battisti e, dopo aver attraversato corso Galliano, via Grassi, Piazza della Repubblica e corso Vittorio Emanuele II, si concluderà in piazza Salandra.

Obiettivo dell'iniziativa è contrastare ogni forma di violenza contro le donne e diffondere la cultura delle pari opportunità e dei diritti delle donne.

L'assessore provinciale alle Politiche sociali e alle Pari opportunità Filomena D'Antini Solero dichiara: "L'escalation di violenza sulle donne nel nostro Paese è ormai sotto gli occhi di tutti, tanto che si parla di emergenza femminicidio. Nel nostro Paese, dall'inizio dell'anno fino ad oggi, le donne uccise da fidanzati, mariti, compagni o ex compagni, cioè da chi dovrebbe amarle, rispettarle, proteggerle, sono state 115. Un dato dell'orrore che sconcerta e fa riflettere".

"La luce delle fiaccole che il 25 novembre porteremo in strada a Nardò ricorda simbolicamente la tragedia di tutte le donne che hanno perso la vita violentemente e al tempo stesso accende una speranza per il futuro", prosegue l'assessore D'Antini Solero. "Una speranza rispetto a tutto ciò che possiamo e dobbiamo fare per fermare questa strage che, insieme ad altre forme di violenza fisica e psicologica, si consuma prevalentemente tra le mura di casa, purtroppo anche nella nostra provincia".

"Rispetto a questo fenomeno e alla necessità di politiche attive di prevenzione e di sostegno, va ricordato l'impegno messo in campo in questi ultimi anni dalla Provincia di Lecce che è sempre di più presente e vicina alle donne in difficoltà, con strumenti e riferimenti concreti che vanno dal Centro risorse per la famiglia ai Centri antiviolenza diffusi sul territorio salentino, alla Casa rifugio di Lecce, alle iniziative per riconoscere e combattere il crescente fenomeno dello stalking, alla formazione per gli operatori che si prendono cura delle vittime di violenza", conclude l'assessore Filomena D'Antini Solero.


  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!