-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
La vice presidente Manca: "Cerrate ha già cambiato volto". Oggi una visita al complesso abbaziale con il giornalista Luzzatto Fegiz

  02/08/2013

"Il Salento è una terra benedetta da Dio: due mari a scelta, enogastronomia di eccellenza, un prodotto favoloso come l'olio, la vocazione agroturistica, centri storici che sembrano scenari di opere": a parlare è il noto giornalista Mario Luzzatto Fegiz, critico musicale e inviato del Corriere della Sera, che oggi ha visitato il complesso dell'Abbazia di Cerrate.

Accompagnato dalla vice presidente e assessore alla Cultura della Provincia di Lecce Simona Manca e dal sindaco di Squinzano Mino Miccoli, Fegiz ha potuto ammirare la chiesa, il museo, i frantoi ipogei, confessando di conoscere pochissimo questo lembo d'Italia e di essere stato conquistato dalla "grande cortesia" e da un "soggiorno incredibile", sottolineando che "non ci si aspetta di trovare in mezzo agli ulivi scenari così antichi e ben tenuti".

Era atteso pure Vittorio Sgarbi, anche lui, come il giornalista, ospite della tenuta di Albano. "Oggi tutti gli amministratori squinzanesi e la Provincia, insieme alla stampa locale, erano pronti ad accogliere Sgarbi", dichiara la vice presidente della Provincia Simona Manca. "Il fatto di aver rinviato l'annunciata visita solo all'ultimo momento è dispiaciuto a tutti, perché volevamo incontrarlo e ascoltare le sue opinioni e le sue osservazioni su questo luogo. In ogni caso, l'Abbazia è sempre aperta e lo staff è sempre pronto ad riceverlo in qualsiasi momento vorrà andare".

Spiega poi la vice presidente: "La Provincia di Lecce da tempo è impegnata in un processo di valorizzazione dell'Abbazia di Cerrate, lavoro che parte da lontano, dal 2009, con la convenzione con il Fai per la gestione del bene ed una promozione del posto a livello nazionale ed internazionale che comincia a dare i suoi frutti".

"Nonostante i lavori di restauro dei plessi circostanti e del parco non siano ancora iniziati, infatti, grazie ai primi interventi (pulizia, servizi di anti intrusione e video sorveglianza, recupero dei frantoi ipogei, illuminazione, sistemazione del verde esterno), il posto ha già cambiato volto e si comincia ad intravederne la bellezza di un tempo. Questo processo già iniziato vedrà il suo clou l'anno prossimo, con un investimento di 5 milioni di euro da parte del Fai, attraverso la Provincia, senza dimenticare l'impegno della Fondazione Prada che ha scelto di restaurare il bellissimo pozzo cinquecentesco che si trova nel cortile".

"Proprio grazie all'attenzione che stiamo focalizzando su questo luogo, personalità nazionali arrivano qui incuriosite dal posto; e rendiamo merito ad Albano, che dopo averla visitata personalmente, si fa prezioso testimonial dell'Abbazia indirizzando qui i suoi ospiti illustri. Curiosità e interesse, va detto, che riscontriamo ogni giorno in tantissimi visitatori del Salento, in larghissima parte stranieri, soprattutto tedeschi, francesi ed inglesi", conclude l'assessore Simona Manca.



  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!