-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
I lavori del Consiglio provinciale odierno: approvati gli equilibri di bilancio. Gabellone: "conti in ordine e servizi garantiti"

  09/08/2013

E' tornato a riunirsi oggi il Consiglio provinciale di Palazzo dei Celestini. All'attenzione della discussione, in prima battuta, alcune variazioni al Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2013.

"Con queste variazioni la Provincia intende garantire anche per il prossimo anno, con 60mila euro, il servizio di trasporto dei disabili alle scuole, competenza che è stata assegnata alla Provincia dal 2010, dopo l'azzeramento del finanziamento da parte della Regione", spiega il presidente Antonio Gabellone, in riferimento alla variazione n. 6 del 2013. "Continuiamo a non privare il territorio di servizi fondamentali", prosegue, "e, nonostante le gravi difficoltà finanziarie, la Provincia non taglia nessun servizio reso alle fasce più deboli del nostro tessuto sociale". La variazione è stata approvata con 22 voti favorevoli e 6 di astensione.

Il Consiglio è poi passato ad esaminare il successivo argomento, relativo agli equilibri di Bilancio. "Come ogni anno, in base al Regolamento di contabilità, siamo chiamati ad una ricognizione dello stato generale di attuazione dei programmi e alla verifica degli equilibri di bilancio", ha esordito l'assessore provinciale al Bilancio Silvano Macculi nel suo intervento.

"La situazione della Provincia di Lecce alla data odierna è di equilibrio di bilancio", ha detto, "si dà atto dell'avvenuta ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi che stanno procedendo regolarmente, nonostante i continui tagli del governo, garantendo tutti i servizi della Provincia, e si dà atto del permanere degli equilibri di bilancio. Abbiamo garantito la copertura di tutti i debiti fuori bilancio segnalati dagli uffici, tra cui, il più rilevante, di 850 mila euro che risale agli anni precedenti alla nostra gestione", ha concluso Macculi.

Il presidente Antonio Gabellone: "Realizziamo gli equilibri di Bilancio grazie ad una imponente manovra di contenimento della spesa e di razionalizzazione di risorse sempre inferiori, che da oltre 20 milioni di trasferimenti dal Governo per i servizi nel 2009, è scesa sino a poco più di 1 milione di euro ad oggi. Nonostante tutto, e a differenza di Province nel caos come Brindisi e Taranto, che hanno sospeso i servizi di trasporto, proseguono tutti gli interventi sulla scuola, sull'ambiente, sulla sicurezza stradale, sulla cultura, sui trasporti pubblici, sulla gestione delle società partecipate che non hanno perso neanche un posto di lavoro. Agiamo con trasparenza e progettualità, sullo sfondo di una situazione di emergenza vera per il futuro dell'istituzione e per la sua stessa esistenza".

Dopo gli interventi dei consiglieri Alfonso Rampino e Cosimo Durante per l'opposizione e di Biagio Ciardo per la maggioranza, l'argomento è passato con 25 voti a favore e 5 contrari.

A seguire, all'unanimità, sono stati licenziati i punti riguardanti la modifica del nuovo Regolamento provinciale per l'applicazione del canone per l'occupazione di spazi e aree pubbliche e quello riguardante l'aggiornamento del Piano di attuazione provinciale per l'ambiente.


  Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!