-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
"Libera libere": lunedi' 25 febbraio la presentazione del libro

22/02/2019
Lunedì 25 febbraio alle ore 17, nella sala conferenze stampa di Palazzo Adorno, a Lecce, si terrà la presentazione del libro "Libera Libere. Pensieri e pratiche femministe su tratta, violenza, sfruttamento", scritto a più mani da Ines Rielli, Monia Denitto, Francesca De Pascalis, Diana Doci, Laura Gagliardi, Maria Argia Russo, Olga Smirnova, Irene Strazzeri ed edito da Radici Future Produzioni società cooperativa di Bari.

"Libera Libere" è un resoconto di pensieri e pratiche femministe nell'ambito della tratta di esseri umani, della violenza sulle donne, delle varie forme di sfruttamento e di riduzione e mantenimento in schiavitù e in servitù, che ruotano intorno a "Libera", il progetto promosso e gestito dalla Provincia di Lecce dal 2000 al 31 agosto 2016, con il finanziamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità e il cofinanziamento dell'Ente provinciale.

Il progetto di assistenza e integrazione sociale era rivolto a donne immigrate, vittime di tratta, violenza, sfruttamento sessuale, lavorativo, accattonaggio e puntava alla loro inclusione sociale e lavorativa, attraverso la promozione di percorsi di emancipazione dalle situazioni di vulnerabilità, garantendo protezione sociale e sicurezza. Obiettivi più specifici erano: individuazione delle vittime, pronto intervento sociale, prima assistenza, ospitalità in case rifugio a indirizzo segreto, protezione sociale, regolarizzazione, orientamento, formazione, inserimento lavorativo. Con il progetto Libera, le persone che entravano nel programma di protezione sociale vivevano in appartamenti di civile abitazione a indirizzo segreto e iniziavano un percorso individualizzato di regolarizzazione, accompagnamento ai servizi, orientamento, formazione, fino all'inserimento sociale e lavorativo.

Le otto autrici del libro hanno deciso di raccontare la storia, i vissuti, le prassi, i risultati, le difficoltà, la fine del progetto. Per loro questo racconto rappresenta un atto di "responsabilità verso le persone incontrate e verso il proprio territorio".

    Torna indietro


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!