Home » La Provincia » Statuto » Titolo 7 - Attività Amministrativa

TITOLO VII – ATTIVITA' AMMINISTRATIVA

 

Articolo 29 - Buon andamento dell'azione amministrativa
1. La Provincia, nella propria azione amministrativa e nell'organizzazione dei servizi, assicura il
rispetto dei principi costituzionali di buon andamento ed imparzialità dell'Amministrazione.
2. L'azione amministrativa persegue i fini determinati dalla legge ed è retta da criteri di
economicità, di efficacia e di pubblicità secondo le modalità previste dalla legge, dal presente
Statuto e dai regolamenti.
3. Il regolamento sul procedimento amministrativo disciplina le procedure, i termini e le condizioni
per attuare la semplificazione dell'azione amministrativa, anche attraverso la conferenza dei servizi.
 
Articolo 30 - Trasparenza
1. Nel rispetto dei princ1p1 stabiliti dalla legge, la Provincia informa la propria az10ne
amministrativa a criteri di pubblicità e trasparenza, con l'attivazione di adeguati strumenti di
informazione, organizzazione e controllo disciplinati da appositi regolamenti.
 
Articolo 31 - Ordinamento contabile e finanziario
1. Ferme restando le norme di legge tendenti ad assicurare l'unitarietà e l'uniformità del sistema
finanziario e contabile degli enti locali, la Provincia definisce, con il regolamento di contabilità,
norme e procedure per l'analisi, la rappresentazione ed il controllo dei dati amministrativi e
gestionali in termini finanziari, economici e patrimoniali; tali norme si fonderanno sui principi della
legalità, dell'economicità, dell'efficienza e dell'efficacia dell'azione amministrativa.
2. Il Consiglio approva il bilancio e le sue variazioni con il voto favorevole della maggioranza dei
componenti assegnati, computando a tal fine il Presidente della Provincia.
15
3. Il Consiglio approva il rendiconto di gestione con il voto favorevole della maggioranza dei
componenti presenti. Nelle adunanze può essere posto in votazione soltanto se sia presente almeno
la maggioranza dei componenti assegnati, computando a tal fine il Presidente.
 
Articolo 32 - Collegio dei revisori
1. Il Collegio dei revisori esercita in piena autonomia le funzioni ad esso attribuite dalla legge, nel
rispetto del presente Statuto e dei regolamenti provinciali.
2. Nello svolgimento delle proprie funzioni, i revisori possono essere sentiti dal Presidente, dal
Consiglio e dall'Assemblea dei Sindaci.
3. Il regolamento di contabilità detta norme in materia di organizzazione e funzionamento del
collegio, disciplinando, altresì, le cause di ineleggibilità ed incompatibilità, nonché le modalità di
revoca dei componenti.