Ambiente ed Energia

Nell’ambito delle funzioni di tutela e valorizzazione dell'ambiente, la Provincia svolge una serie di compiti amministrativi in diverse materie (aria, acqua, energia, rifiuti, territorio) conferite e/o delegate dalla Regione Puglia.

Tutela e Valorizzazione Ambientale

DIRIGENTE: Antonio Arnò
Sede: Via Botti, 1 - I Piano
Tel: 0832 - 683.662

Schede di servizio

Chiedere la Valutazione di incidenza ambientale

Il servizio riguarda la Valutazione di Incidenza Ambientale, cioè la procedura finalizzata a valutare se un progetto, intervento, attività, che cittadini, enti o imprese intendono realizzare in aree appartenenti alla “Rete Natura 2000” - Zone Speciali di Conservazione-Siti di Importanza Comunitaria (ZSC-SIC) e Zone di Protezione Speciale (ZPS), possa avere incidenze significative o meno su tali siti. La valutazione è effettuata mediante la verifica della conformità del progetto, intervento, attività, alle misure di conservazione previste per gli habitat naturali e seminaturali e della flora e della fauna selvatiche.

Scheda di servizio

Chiedere l’autorizzazione alle emissioni in atmosfera

Il servizio riguarda l'autorizzazione alle emissioni in atmosfera, titolo abilitativo che rientra nell'Autorizzazione Unica Ambientale (A.U.A.), rilasciata dallo Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune sul cui territorio si trova l'impianto. Qualora, in base alla complessità dell'impianto, al processo produttivo interessato, alle materie prime impiegate e alle sostanze rilasciate nell'atmosfera, le emissioni siano scarsamente rilevanti per l'inquinamento atmosferico (impianti e ad attività elencati nella parte I dell'Allegato IV alla parte quinta del Decreto legislativo 152/2006), può essere richiesta l'adesione all'autorizzazione generale (articolo 272 D. Lgs. 152/2006).

Scheda servizio

Chiedere la Valutazione d'impatto ambientale

Il servizio si occupa della Valutazione di impatto ambientale. La VIA è un processo che comprende l'elaborazione e la presentazione dello studio d'impatto ambientale da parte del proponente, la valutazione dello studio d'impatto ambientale, delle eventuali informazioni supplementari fornite dal proponente e degli esiti delle consultazioni, l'adozione del provvedimento di VIA in merito agli impatti ambientali del progetto, l'integrazione del provvedimento di VIA nel provvedimento di approvazione o autorizzazione del progetto.

Scheda servizio

Chiedere l’autorizzazione per la costruzione e l'esercizio di impianti ed elettrodotti

Il servizio è rivolto ad imprese e soggetti privati e riguarda le autorizzazioni per la produzione e il trasferimento di energia elettrica con tensione non superiore a 150.000 volt.

Scheda servizio

Chiedere l’autorizzazione unica per nuovi impianti di recupero e smaltimento rifiuti

Il servizio riguarda il rilascio dell'autorizzazione unica alla realizzazione/esercizio di nuovi impianti per il recupero e lo smaltimento di rifiuti, o di varianti sostanziali in corso d'opera o esercizio, ai soggetti che effettuano questa attività.

Scheda servizio

Avviare un’attività di recupero di rifiuti

Il servizio riguarda l’avvio dell’attività di recupero rifiuti. Le comunicazioni in materia di rifiuti (autosmaltimento e recupero) costituiscono titoli abilitativi da richiedere mediante domanda di Autorizzazione Unica Ambientale (A.U.A.) allo Sportello Unico delle Attività Produttive (SUAP) del Comune nel cui territorio si trova l'impianto. I gestori possono non avvalersi dell'Autorizzazione unica ambientale nel caso in cui si tratti di attività soggette solo a comunicazione, o ad autorizzazione di carattere generale, ferma restando la presentazione della comunicazione o dell'istanza tramite SUAP.

Scheda servizio

Dichiarare l'inizio dei lavori per la costruzione e l'esercizio di linee ed impianti elettrici

Il servizio è rivolto alle imprese o ai soggetti interessati alla produzione di energia elettrica. Si occupa di rilasciare autorizzazioni per la costruzione e l'esercizio di linee ed impianti elettrici che rispondono ai seguenti requisiti:
con tensione nominale superiore a 1.000 V e fino 20.000 V la cui lunghezza non sia superiore a 2.000 metri (m);
incavo sotterraneo con tensione nominale superiore a 1.000 V e fino a 20.000 V, di qualunque lunghezza, da realizzarsi su sedi stradali, suoli pubblici o privati, previa acquisizione del consenso dei proprietari;
opere accessorie;
varianti, di sviluppo complessivo non superiore a 2.000 m, di elettrodotti esistenti di tensione nominale superiore a 1.000 V e fino a 20.000 V;
rifacimenti degli elettrodotti di tensione nominale superiore a 1.000 V e fino a 20.000 V, a condizione che gli stessi interventi non modifichino il tracciato interessando altre proprietà.

Scheda servizio

Procedere alla spedizione transfrontaliera di rifiuti

Il servizio si occupa del rilascio delle autorizzazioni necessarie ai soggetti che intendono spedire rifiuti all'estero o ricevere rifiuti dall'estero (art. 9 del Regolamento comunitario 1013/2006). La Provincia è l'autorità competente a chiedere informazioni sulle spedizioni indicate nell'art. 18 dello stesso Regolamento.

Scheda servizio

Chiedere l’autorizzazione allo scarico di acque meteoriche

Il servizio riguarda il rilascio a cittadini, enti o imprese, dell'autorizzazione allo scarico di acque meteoriche di dilavamento, di prima pioggia e di lavaggio delle aree esterne in corpo ricettore costituito dal suolo o da strati superficiali del sottosuolo, o da acque superficiali e marine. Per superfici scolanti inferiori a 5000 m2 (escluse le attività previste all'art. 8 del R.R. n. 26/13) è possibile effettuare la comunicazione prevista dall'art. 15, comma 4, dello stesso R.R. n. 26/2013. Per le imprese è possibile effettuare tale comunicazione solo se soggette esclusivamente al regime della comunicazione, ex art. 3, comma 3 del DPR 59/13 (AUA).

Scheda servizio

Chiedere l’autorizzazione allo scarico di acque reflue domestiche, urbane ed industriali

Il servizio riguarda l'autorizzazione allo scarico di acque reflue domestiche, urbane ed industriali a soggetti pubblici e privati diversi da quelli indicati nell'art. 1 comma 1 del D.P.R. 59/2013.
Per i soggetti che rientrano nella categoria di PMI, (art. 2 del D.M. 18 aprile 2005), la Provincia adotta invece l’Autorizzazione Unica Ambientale (A.U.A.) per i titoli abilitativi (art. 3 comma 1 lett. a del D.P.R. n. 59/2013).

Scheda servizio

Procedere all’escavazione di un pozzo per uso domestico

I proprietari, affittuari, usufruttuari di un terreno devono comunicare alla Provincia l'escavazione di pozzo per la ricerca di acque sotterranee per uso domestico, ai fini del rilascio della presa d'atto (art. 8 comma 3 della L.R. 5/05/1999 n°18) e, successivamente alla realizzazione dell'opera, del rilascio del riconoscimento finale di utenza domestica. Il riconoscimento dura 5 anni. Alla scadenza, il titolare deve presentare richiesta di rinnovo.

Scheda servizio

Procedere all’escavazione di un pozzo per uso irriguo

La Provincia rilascia l’autorizzazione necessaria all’escavazione di un pozzo per la ricerca di acque sotterranee da destinare ad uso industriale, irriguo o diverso (irrigazione verde privato, antincendio, pulizia piazzali, ecc.) e, successivamente alla loro individuazione, il rilascio della concessione per la estrazione e l'utilizzazione, da richiedere entro un anno dall'autorizzazione rilasciata. L'autorizzazione non può avere durata superiore ad un anno e può essere prorogata, su richiesta dell'interessato, da presentare prima della originaria scadenza, per una sola volta per un periodo non superiore a sei mesi. La concessione ha durata quinquennale e può essere rinnovata per un ulteriore quinquennio, su richiesta dell'interessato, da presentare prima dell’originaria scadenza.

Scheda servizio