8 marzo 2021: Provincia e consigliera di parità dedicano un videomessaggio a tutte le donne

Lavori Consiglio Provinciale

8 marzo 2021: un videomessaggio dedicato a tutte le donne ai tempi del Covid, con tanti spunti di riflessione. Così, Ufficio della Consigliera di parità e Provincia di Lecce hanno scelto di celebrare la Giornata internazionale della donna, con un videomessaggio che sarà diffuso mediante i canali social istituzionali.

Viaggiano online, quindi, le parole dei testimonal di questa iniziativa di sensibilizzazione sulla centralità delle donne e sui temi dell’occupazione femminile, della conciliazione dei tempi vita-lavoro, delle pari opportunità, che vede protagonisti: Stefano Minerva, presidente della Provincia di Lecce, Filomena D’Antini, consigliera di Parità della Provincia di Lecce, ideatrice dell’iniziativa, Dina Manti, consigliere provinciale con delega alle Pari opportunità, Paola Mita, consigliere provinciale e Teresa Chianella, presidente della Commissione Pari opportunità provinciale.

“L’8 marzo è una giornata importante. Lo è per tutti noi perché celebriamo la donna, le nostre madri, le nostre mogli, le nostre compagne, le nostre sorelle, le nostre amiche, le compagne di vita, le compagne di viaggio. Esseri straordinari che aiutano a migliorare le persone che gli stanno accanto, che aiutano a migliorare il mondo. Dobbiamo celebrarle, ringraziarle ogni giorno perché ci sono, perché esistono e perché sono così come sono: determinate, straordinarie, sorridenti. E tutte le donne hanno il coraggio dell’umanità per affermare sé stesse. A loro la nostra forza, a loro la nostra amicizia, a loro il nostro amore, per vivere in un mondo migliore grazie al loro essere donna”, sono le parole del presidente della Provincia di Lecce Stefano Minerva.

“L’8 marzo è una giornata importante da ricordare ogni anno. Quest’anno viviamo un 8 marzo particolare, un 8 marzo che ha visto l’universo femminile, il mondo dell’occupazione femminile, piegati dal Covid. Tantissime le problematiche che le donne, le mamme, le mogli lavoratrici hanno dovuto affrontare: dalla conciliazione dei tempi vita-lavoro, alla perdita del lavoro. Il mio augurio va a tutte le donne affinché possano realizzare i propri sogni, le proprie aspirazioni personali e affinché ci siano più diritti per le donne e più lavoro per le donne”, afferma nel video la consigliera di Parità della Provincia di Lecce Filomena D’Antini.

“C’è un’assonanza tra otto e lotta. L’8 marzo deve essere un giorno di lotta oltre che una festa. Una lotta da condurre con le armi della determinazione dell’intelligenza, dell’equilibrio, della coscienza storica e, perché no, anche con la grazia di tutte noi donne. Questa pandemia ha evidenziato un dato estremamente grave: il 98% di chi ha perso il lavoro, per cause collegate direttamente o indirettamente al Covid, è donna. Questa pandemia ha aggravato il lavoro di cura sui figli e sugli anziani da parte delle donne. Questo è un arretramento che noi non possiamo permettere. Tutti noi siamo chiamati in causa. Ciascuno nel ruolo che riveste. Perché il lavoro, la garanzia del lavoro, la possibilità di un lavoro, per noi donne è lo strumento per realizzare tutte le nostre possibilità, le nostre ambizioni, i nostri sogni. Il significato dell’8 marzo è in questa lotta”, è il messaggio della consigliera provinciale con delega alle Pari opportunità Dina Manti.

“La giornata internazionale della donna è una giornata dedicata alla riflessione sulle conquiste politiche, sociali, economiche del mondo del lavoro del genere femminile. Sono tante le conquiste fatte dalle donne, ma ancora c’è tanta strada da percorrere. Non si è raggiunta la piena uguaglianza e la piena parità. La donna fa ancora molta fatica a raggiungere postazione apicali nel mondo del lavoro e della politica e quando accade è spesso oggetto di scherno o di maldicenza. Perché l’8 marzo non sia solo una ricorrenza è necessario sentire ogni giorno come se fosse la giornata internazionale dei diritti delle donne: nessuna discriminazione e nessuna disparità”, sottolinea Paola Mita, consigliere provinciale.

“Quest’anno celebreremo l’8 marzo con un flashmob al maschile, che abbiamo promosso come Cpo provinciale, con le Cpo dei Comuni del Salento. E’ un gesto simbolico per riaffermare una parola chiave da cui partire: il rispetto. Il un messaggio che abbiamo voluto condividere è questo: non regalate fiori, ma regalate rispetto. Perché ciò che alla fine conta davvero per la donna è il rispetto”, evidenzia la presidente della Commissione Pari opportunità della Provincia di Lecce Teresa Chianella.