Chiedere l’autorizzazione allo scarico di acque meteoriche

Che cos'è

Il servizio riguarda il rilascio a cittadini, enti o imprese, dell'autorizzazione allo scarico di acque meteoriche di dilavamento, di prima pioggia e di lavaggio delle aree esterne in corpo ricettore costituito dal suolo o da strati superficiali del sottosuolo, o da acque superficiali e marine. Per superfici scolanti inferiori a 5000 m2 (escluse le attività previste all'art. 8 del R.R. n. 26/13) è possibile effettuare la comunicazione prevista dall'art. 15, comma 4, dello stesso R.R. n. 26/2013. Per le imprese è possibile effettuare tale comunicazione solo se soggette esclusivamente al regime della comunicazione, ex art. 3, comma 3 del DPR 59/13 (AUA).

Come fare

Gli interessati devono presentare al Servizio Tutela e Valorizzazione Ambiente della Provincia un'istanza in bollo, utilizzando il modulo allegato, e trasmettere tutta la documentazione all’indirizzo Pec: protocollo@cert.provincia.le.it
Nel caso in cui il richiedente sia un’impresa appartenente alla categoria delle PMI, individuate dal D.M. 18 aprile 2005 art. 2, i moduli dovranno essere allegati all’istanza di Autorizzazione Unica Ambientale (ai sensi e per gli effetti del D.P.R. n. 59/2013), da richiedere allo Sportello unico attività produttive (SUAP) del Comune competente territorialmente, che rilascerà il provvedimento finale.

A chi rivolgersi

Servizio Tutela e Valorizzazione ambientale
Via Botti n. 1- Lecce

Dirigente

Antonio Arnò

Funzionario responsabile

Salvatore Francioso
Tel. 0832 683 687 - fax 0832 683 707
email: sfrancioso@provincia.le.it
Pec: protocollo@cert.provincia.le.it

Quando

Lunedì – mercoledì – venerdì, dalle ore 10.30 alle ore 12.30
(Solo su appuntamento telefonico con uno dei funzionari incaricati)

Costi

Bollo di € 16,00 da apporre sulla domanda; versamento della somma di € 258,23 da effettuare utilizzando il Portale dei Pagamenti - Pago PA (https://pagopa.rupar.puglia.it/pa/home.html).

Cosa fa la Provincia

Se si tratta di scarico, i tempi di rilascio dell’autorizzazione sono fissati per legge in 90 giorni dalla data di presentazione della richiesta. Durante questo periodo, il Servizio istruisce la pratica e richiede eventuali integrazioni. All'esito positivo di tali attività, l'Ufficio provvede al rilascio dell'autorizzazione allo scarico (ai sensi dell’art. 15 comma 1, 3 e 6 del R.R. n. 26/2013) o all’adozione dell’A.U.A. (ai sensi dell’art. 4 comma 7 del D.P.R. n. 59/2013), per il rilascio del relativo titolo abilitativo.

Normativa di riferimento

Decreto Legislativo 152 del 3 aprile 2006 “Norme in Materia Ambientale” e ss.mm.ii;
Regolamento Regionale n. 26/13 – Disciplina delle acque meteoriche di dilavamento e di prima pioggia, in attuazione dell’art. 113 del D.Lgs. n. 152/06 e ss.mm.ii.;
D.P.R. 59/2013 del 13 marzo 2013 e la Circolare del Ministero dell’Ambiente prot. 49801 del 07.11.2013.

Data di compilazione

Ottobre 2020